Milan-Psv 3-0: doppietta di Boateng, rossoneri ai gironi di Champions

MILAN PSV. Missione compiuta. Il Milan batte 3-0 il Psv nel ritorno dei playoff e accede alla fase a gironi della Champions League. La reazione, seppur condita da numerosi momenti di difficoltà, c’è stata: la prestazione mediocre ad Eindhoven nella gara d’andata e il disastro di Verona nella prima di campionato sono state gettate alle spalle in una bellissima serata per i colori rossoneri. E per il ranking Uefa italiano.

Sospiro di sollievo anche per Allegri che supera indenne il primo scoglio della stagione; il tecnico toscano ha puntato nuovamente su El Shaarawy, e – forse all’ultima chance – la giovane punta ha risposto alla grande, disputando una delle migliori partite della carriera. Per il resto, Balotelli ancora decisivo, De Jong in crescita costante, Montolivo capitan coraggio e De Sciglio sicurezza. Lo stesso Mexes, nell’occhio del ciclone dopo le frasi nel prepartita in Olanda, è apparso finalmente all’altezza della situazione.

Eppure, l’inizio non è stato dei più semplici, coi giovanotti del Psv subito vicini al vantaggio con Matavz. Il Milan fatica a carburare ma si scrolla tutta la pressione di dosso al 9′: Boateng indovina il destro dal limite che si infila nell’angolo basso alla sinistra di Zoet. L’1-0, però, invece di sciogliere il Milan, provoca la reazione degli olandesi. Quindici minuti di sofferenza, forse i più lunghi dell’avventura di Allegri al Milan. Il Psv domina il gioco, porta avanti un possesso palla quasi modello Barcellona; i padroni di casa, incredibile a dirsi, sono arroccati al limite della propria area provocando le ire del proprio tecnico, che ordina ai suoi calciatori di portare pressing su Schaars e i centrali di difesa avversari. Il dominio degli uomini di Cocu, però, si concretizza solo in una gran conclusione di Maher, sulla quale Abbiati compie un mezzo prodigio. Finita la sfuriata del Psv, il Milan prende campo e, prima del 45′, crea due clamorose palle gol, oltre a un colpo di testa di Balotelli, da ottima posizione, finito a lato: prima Montolivo, imbeccato da Boateng, calcia al volo sfiorando il palo, poi El Shaarawy, su cross basso di De Sciglio, calcia di prima, di sinistro, e colpisce la traversa. La palla ricade sulla linea, Clattenbur vede bene e lascia proseguire. Quasi allo scadere, Willems colpisce male e con un cross sbilenco quasi beffa Abbiati: traversa!

La ripresa parte sulla falsariga del primo tempo, con ritmi più bassi. Il Milan riparte in contropiede e sfiora il raddoppio con El Shaarawy che quasi approfitta dell’errore di Brenet. Poco male, il 2-0 arriva un paio di minuti più tardi: sugli sviluppi di un corner, svetta Mexes il pallone schizza dalle parti di Balotelli che, con un riflesso felino, ci mette la gamba e infila sotto la traversa. Il Psv, di nuovo, reagisce con rabbia e cerca subito di riaprire il discorso qualificazione: Schaars sfiora l’eurogol con un gran sinistro da posizione impossibile, vola Abbiati. Pian piano i rossoneri prendono il completo controllo del match: al 77′, poi, arriva il gol che chiude i giochi. Balotelli, stasera versione assistman, serve Montolivo nello spazio, il capitano allarga per Boateng che sembra perdere il tempo ma, in scivolata, batte Zoet con un diagonale. 3-0 forse eccessivo, ma che rende merito alla partita quasi perfetta dei ragazzi di Allegri. La fase a gironi della Champions è conquistata, la palla passa a Galliani ed alla società: servono rinforzi per questo Milan.

 

COPY CODE SNIPPET
About Alfonso Alfano 1738 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.