Speciale Ligue 1 2013-14, pt.1: il Saint-Etienne vuole confermarsi grande, incognita-Lille, obiettivo salvezza per Sochaux ed Evian

Inizia oggi la presentazione delle 20 squadre di Ligue 1. Partiamo subito con la quinta e la sesta della scorsa stagione, accompagnate da due squadre che, invece, dovranno pensare ancora una volta a salvarsi. Il Saint-Etienne appare in grado di puntare nuovamente all’Europa, mentre il Lille del neo-tecnico René Girard è un’incognita e partirà senza un obiettivo ben preciso. Si preannuncia, invece, una stagione di sofferenza per Sochaux ed Evian, considerate tra le papabili per la retrocessione in Ligue 2.

SAINT-ETIENNE: quinta la scorso anno, la squadra di Christophe Galtier saprà riconfermarsi ad alti livelli anche in questa stagione, dopo aver perso il giocatore di maggior spicco, vale a dire Pierre-Emerick Aubameyang, subito protagonista in Bundesgliga con un tripletta all’esordio? I verdi hanno cercato di rinforzarsi un diversi settori del cambo per mantenersi competitivi, anche in virtù dell’addio di Yohann Mollo, tornato al Nancy, proprietario del cartellino. Tra i volti più importanti sbarcati a Saint-Etienne si evidenziano il centrocampista offensivo Benjamin Corgnet dal Lorient, l’esterno Franck Tabanou dal Toulouse e il jolly difensivo del Paul Baysse dal Brest. Se i nuovi acquisti riusciranno ad integrarsi con l’ossatura della scorsa stagione (elementi come Ruffier, Guilavogui, Brandao sono stati confermati nonostante le richieste di altri club), un piazzamento nella top-5 della Ligue 1 non sarebbe certo un’utopia, sempre cercando di onorare anche l’attuale edizione dell’Europa League che potrebbe portare la squadra di Galtier molto lontano, soprattutto se dovesse arrivare un terminale offensivo da alternare con Brandao.

LILLE: qualcuno in Francia inizia a pensare che esista una maledizione del nuovo stadio. Dopo i ben più ecclatanti casi di Le Mans e Grenoble, scomparsi dal panorama del calcio che conta, il Lille ha iniziato una lenta parabola discendente (benchè il sesto posto dello scorso anno non sia una tragedia) proprio dopo aver traslocato nel nuovo impianto. Le partenza registrate nell’attuale calciomercato hanno ulteriormente indebolito la squadra orfana di Rudi Garcia, sostituito da René Girard. Dimitri Payet, Benoit Pedretti, Aurelien Chedjou e Lucas Digne hanno lasciato Lille e i nuovi acquisti (Simon Kjaer su tutti) dovranno confermarsi all’altezza dei partenti. Inoltre, Florian Thauvin, fresco campione mondiale U20, pare intenzionato a lasciare il Nord ancor prima di essere sceso in campo con la maglia dei Dogues. In una situazione che apapre piuttosto confusa e complicata, però, l’assenza dalle Coppe Europee potrebbe essere un valido punto di partenza per puntare tutto sul campionato di Ligue 1.

SOCHAUX: reduce da una stagione piuttosto altalenante e sofferta (vittorie contro le big accoapgnate da cocenti delusioni contro le concorrenti per la salvezza), il Sochaux avrà anche quest’anno come unico obiettivo quello della salvezza. Finora il mercato nella squadra della Peugeot è passato quasi inosservato con il solo arrivo di Julien Faussurier dal Troyes e nessun nuovo attaccante a sostituire Giovanni Sio, rientrato al Wolfsburg dopo il prestito, benchè nelle ultime ore sia emerso il nome di Razak Boukari (ex Lens e Rennes, ora al Wolverhampton). Inoltre, da oggi al 31 agosto il Sochaux potrebbe anche perdere il giovane Sebastien Corchia, seguito con insistenza da diverse big. Si preannuncia, dunque, una Ligue 1 in salita per i gialloblù che resteranno comunque un osso duro per tutti, in particolare tra le mura amiche.

EVIAN: quella che sta per cominciare sembra essere una delle stagioni più complicate per l’Evian. Salvo solamente agli sgoccioli dello scorso campionato, il team savoiardo era risucito a nascondere le crepe con la brillante avventura in Coppa di Francia (ko in finale contro il Bordeaux), ma in questo campionato la squadra di Pascal Dupraz dovrà dare il 101% per mantenere la categoria. I due giocatori di maggior talento del reparto offensivo (Yannick Sagbo e Saber Khlifa) hanno lasciato Evian ed in entrata l’unica certezza appare essere Nicolas Benezet, uno dei migliori giocatori della Ligue 2 con la maglia del Nimes nello scorso campionato. Con lui sono arrivate anche le scommesse Andres Ramiro Escobar e Facundo Bertoglio (entrambi dalla Dinamo Kiev), due elementi che dovranno dimostrare di essere adatti al campionato francese. Anche per l’Evian, dunque, l’unico obiettivo sarà la salvezza, per confermarsi ancora in Ligue 1 e quindi nell’élite di un calcio francese che fino a pochi anni fa vedeva i savoiardi nelle categorie amatoriali.

COPY CODE SNIPPET
About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.