Barcellona, parla Puyol: “Tito ha chiesto a tutti noi di lottare fino in fondo, come farà lui”

BARCELLONA PUYOL. Emozionante conferenza stampa di Carles Puyol, la prima del capitano dopo le dimissioni di Tito Vilanova, costretto a lasciare la panchina del Barcellona per affrontare nuovamente la malattia che da quasi due anni lo tormenta. Ecco le parole di Puyol:Il dramma di Tito? E’ stato un colpo durissimo; nessuno se l’aspettava, la squadra ne ha risentito parecchio. Tito ci ha riuniti, calmati e parlato. Sono notizie durissime quelle che riguardano la sua malattia. Ci ha chiesto solo di continuare a lottare fino in fondo, proprio come farà lui. Il suo sostituto? E’ compito della direzione sportiva del club. Abbiamo un’identità e uno stile di gioco, la scelta – ne sono certo – sarà giusta. Luis Enrique? Ho un bel rapporto con lui, ma anche con gli altri nomi che circolano sui giornali. El Tata Martino? Vincemmo contro il suo Paraguay al Mondiale 2010 anche grazie a un pizzico di fortuna. Ci mise in seria difficoltà, ricordo bene quella partita. Il mio recupero dagli infortuni? La scorsa stagione è stata dura: tre operazioni, tanti mesi di stop. Non voglio affrettare il mio rientro, è una situazione delicata. Neymar? Bel giocatore, con tanta esperienza nonostante sia così giovane. Si inserirà bene, non si vince la Champions da solo. Thiago Silva? Uno dei più forti centrali al mondo, si adatterebbe bene al Barcellona. La partenza di Thiago? Sono decisioni personali, non penso comunque che andrà via anche Fabregas. Il Real Madrid? Non ho seguito molto, so che hanno preso tanti giovani e che comunque hanno la rosa per vincere tutto. Ancelotti è un buon allenatore, farà bene”.

COPY CODE SNIPPET
About Alfonso Alfano 1738 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.