Mondiale Under 20, Quarti di finale: Continua la marcia trionfale francese. Ghana e Uruguay centrano l’impresa. L’Iraq non vuole smettere di sognare

La Francia continua a impressionare in questo mondiale che pare proprio non trovare rivali adatti ai transalpini. A pagarne le spese questa volta è stato L’Uzbekistan, vera favola del torneo ma che nulla ha potuto contro la schiacciasassi francese. Al 9′ un’azione costruita alla perfezione da Digne e Bahebeck manda al gol facilmente Sanogo. Questo è solol’inizio di una valanga che con lo scorrere del tempo cadrà sulla formazione asiatica. Al 35′ ancora Bahebeck, autore di un match ai limiti della perfezione, sfugge a tutta la difesa avversaria e viene steso in area. Dal dischetto si presenta il gioiellino della Juventus Pogba che realizza. Poco più tardi Digne mette un pallone che carambola sul braccio di un difensore uzbeko facendo in modo che l’arbitro decreti il secondo rigore a favore della Francia. Stavolta Thauvin non commette l’errore dagli undici metri visto agli ottavi contro la Turchia e realizza il 3a0. Nella ripresa i Bleus completano l’opera con il gol di testa di Kurt Zouma.
Ben altro spettacolo riserva la supersfida tra Spagna e Uruguay con quest’ultimi capaci di imporsi ai supplementari con il gol di testa di Avenatti. La Spagna nonostante l’ottima prova esce dal mondiale, anche se già dagli ottavi di finale contro il Messico si era notato un leggero calo.
La Spagna però non è l’unica Roja a dire addio alla competizione perchè anche il Cile, nonostante una partita tiratissima, deve cedere il passo al Ghana. Gli africani passano in vataggio con un gran gol di Odjer che colpisce al volo il cross di Salifu e mette sotto l’incrocio sinistro. Il cile non ci sta e pareggia con la gran botta del gioiellino Catillo Mora. Subito dopo arriva il raddoppio ma questa volta è Henriquez a firmare il gol del sorpasso. Nella ripresa si sveglia l’eroe della serata, Assifuah che pareggia i conti. I supplementari si aprono col botto, prima palo di Acheapong poi errore a tu per tu col portire di Castillo Mora. Il gol è nell’area infatti arriva con un grande Henriquez che con un taglio in diagonale sorprede tutta la difesa ghanese e colpisce al meglio di testa il pallone servitogli da Cuevas. Sembra finita, invece no. Salifu e poi ancora Assifuah fanno impazzire di gioia il loro pubblico e portano in semifinale il Ghana
Lo scontro tra le favole sancisce che è l’Iraq a continuare a sognare. La Corea rimedia sempre allo svantaggio e recupera gli iracheni per ben tre volte. Addirittura l’ultimo gol arriva al 121′. I rigori sanciscono il passaggio dell’Iraq

COPY CODE SNIPPET
About Nicola Chessa 433 Articoli
Nato a Siniscola, in provincia di Nuoro, in una notte d'ottobre del 1993, sin da quando è un bambino si appassiona al calcio. Raggiunta la maturità in terra sarda, decide di spostarsi a Milano per star vicino al suo grande amore, l'Inter.
Contact: Twitter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.