Calciomercato Ligue 1, 4 luglio: Saint-Etienne tra addii e nuovi obiettivi

CALCIOMERCATO LIGUE 1 FRANCIA. Nel giorno in cui la squalifica di Leonardo, reo di aver colpito volontariamente l’arbitro con una violenta spallata al termine di PSG-Valenciennes, viene aumentata a 12 mesi, il campionato di Ligue 1 perde uno dei suoi protagonisti. Il Borussia Dortmund, infatti, ha ufficializzato l’acquisto dell’attaccante del Saint-Etienne, Pierre Emerick Aubameyang. Il club tedesco ha sborsato ben 13 milioni di euro, mentre il giocatore gabonese ha firmato un contratto di cinque stagioni.

 

La partenza di Aubameyang permette, però, al Saint-Etienne di affacciarsi sul calciomercato con maggiori disponibilità economiche. Nelle ultime ore è stato riportato un interessamento dei verdi per Franck Tabanou (Toulouse) e Sloan Privat (Sochaux), mentre, a sorpresa, il tecnico Christophe Galtier potrà probabilmente contare anche su Paul Baysse, difensore proveniente dal Brest ed obiettivo prioritario di calciomercato del Sochaux.

Sempre in Ligue 1, partenze ed arrivi anche a Bastia con Sylvain Marchal che lascia la Corsica per accasarsi al Metz, neopromosso in Ligue 2, mentre dai prossimi giorni vestirà la maglia turchina il giovane attaccante belga Gianni Bruno, cresciuto nel Lille. Un’altra ufficialità di calciomercato giunge da Reims dove i locali hanno prelevato Prince Oniangue dal Tours, mentre il Lille spera di chiduere nelle prossime ore per una vecchia conoscenza del calcio italiano, il difensore Simon Kjaer.

 

Infine, una curiosità che giunge dalle serie minori, precisamente dal National (terza divisione) dove tutte e tre le retrocesse dalla Ligue 2 (Le Mans, Sedan e Gazelec Ajaccio) sono state escluse dal campionato e automaticamente inserite in quarta divisione. Se tutti i ricorsi dovessero venir respinti, verrebbero ripescate Bourg Péronnas, Uzés, Paris Fc, nonché l’Epinal che verrebbe ammessa grazie ad un’ulteriore esclusione, quella del Rouen.

COPY CODE SNIPPET
About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.