Europei Under 21, Italia-Spagna 2-4: non basta il cuore, la Roja è inarrestabile

Italia Under 21-Spagna Under 21, clicca qui per gli highlights

Sembra un film già visto. Un’Italia che per tutta la competizione lascia in campo il cuore e il sangue per arrivare sino all’ultimo ostacolo, per poi cadere inesorabilmente contro un avversario come la Spagna, superiore a livello tecnico e tattico. Allora non resta che alzarsi in piedi ed applaudire, perchè dopo la vittoria degli europei da parte della Spagna contro la nostra Italia, gli iberici vincono anche l’europeo under 21. Per la Roja è il quarto successo in questa competizione. Lopetegi schiera dal primo minuto Alvaro Morata al posto di Rodrigo, alle spalle della punta del Real Madrid si schierano Isco e Tello. Mangia risponde con la formazione che ha battuto l’Olanda in semifinale con Immobile e Borini davanti. La Spagna parte forte e già al 6′ passa in vantaggio con Thiago Alcantara che di testa mette dentro l’assist al bacio di Morata. Passano solo quattro minuti e l’Italia trova il gol del pareggio, Bianchetti lancia lungo per Immobile che aggancia un pallone difficilissimo e con un pallonetto supera De Gea. La Spagna pare soffrire la continua ricerca degli attaccanti da parte dei difensori azzurri, al 19′ un lancio lungo di Rossi imbecca Florenzi che dopo un sombrero su Montoya fa partire una botta al volo che De Gea devia in angolo col ginocchio. Gli azzurrini però subiscono un calo e la Spagna si rende subito pericolosa, prima quando Montoya serve il tacco di Koke sul quale Bardi compie un miracolo e poi in occasione del 2a1 quando Illaramendi butta un pallone in mezzo all’area che Caldirola non riesce a staccare favorendo il controllo e la botta in rete da parte di Thiago Alcantara, che realizza il suo secondo gol. Passano pochi minuti e Donati atterra in area Tello facendo si che l’arbitro decreti il calcio di rigore. Sul dischetto si presenta ancora Thiago Alcantara che realizza la sua tripletta personale e coronando una prestazione fantastica. Nella ripresa la squadra di Mangia sembra ritrovare la grinta persa nel finale di tempo. Ci prova prima al 47′ quando sugli sviluppi di un calcio di punizione Insigne gira alto di destro. Poco dopo é Florenzi ad andare vicinissimo al gol ma la sua conclusione non centra lo specchio della porta.  La Spagna però gioca a dei ritmi altissimi e il tiki taka fa stancare gli italiani che al 66′ capitolano di nuovo quando Regini atterra Montoya in area. Altro rigore ma stavolta dal dischetto si presenta Isco che non sbaglia e chiude definitivamente la gara. A nulla vale il gol di Borini sul finale, la Spagna vince l’europeo e ancora una volta all’Italia non resta che applaudire

COPY CODE SNIPPET
About Nicola Chessa 433 Articoli
Nato a Siniscola, in provincia di Nuoro, in una notte d'ottobre del 1993, sin da quando è un bambino si appassiona al calcio. Raggiunta la maturità in terra sarda, decide di spostarsi a Milano per star vicino al suo grande amore, l'Inter.
Contact: Twitter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.