Qualificazioni Mondiali, zona Uefa: vincono Portogallo e Belgio, la Croazia cade contro la Scozia

GIRONE A

La Scozia vince a sorpresa in Croazia e si porta cinque punti nel girone A. Vittoria clamorosa quella dei ragazzi di Strachan, giunti a questo appuntamento a zero vittorie al cospetto di un avversario imbattuto nel raggruppamento, allo stadio Maksimir è Snodgrass il protagonista, suo il gol che batte Pletikosa dopo 26 minuti. I croati provano a pareggiare i conti ma Olic e Mandzukic non trovano il guizzo vincente.

A guidare il gruppo dopo sette partite c’è il Belgio, che batte la Serbia e si porta 19 punti, tre in più della Croazia. De Bruyne al 13esimo e Fellaini nel secondo tempo regalano tre punti vitali ai Diavoli Rossi dinanzi al pubblico del Re Baldovino. Gol della bandiera di Kolarov a tre minuti dallo scadere.

Croazia-Scozia 0-1
Belgio-Serbia 2-1

Classifica (tutte le squdre hanno giocato sette partite, tranne Galles e Macedonia a sei): Belgio 19, Croazia 16, Serbia 7, Galles 6, Scozia 5, Macedonia 4.

GRUPPO B

Una serata indimenticabile per il calcio maltese, la rete realizzata dopo otto minuti da Mifsud regala ai biancorossi una vittoria in trasferta che mancava da 20 anni. Il capitano di Malta tira trova prima Berezosvski sulla propria strada, ma è bravo a ribattere a rete e non lascia scampo al portiere. Mkhitaryan prova a scuotere l’Armenia, ma i maltesi alzano il muro e riescono a portare a casa la vittoria. Non succedeva dalla vittoria in Estonia datata maggio 1993.

Repubblica Ceca-Italia

Armenia-Malta 0-1
Repubblica Ceca-Italia 0-0

Classifica (tutte le squadre hanno giocato sei partite, tranne Danimarca e Armenia a cinque): Italia 14, Bulgaria 10, Repubblica Ceca, Danimarca 6, Armenia 3, Malta 3.

GRUPPO C

La Svezia soccombe all’Ernst Happel, l’Austria si impone e arriva a 11 punti nel girone C, a pari merito con l’Irlanda in seconda posizione. A rompere l’equilibrio il penalty trasformato da Alaba al minuto 26, sei giri d’orologo e Janko raddoppia. Per Ibrahimovic e soci c’è solo la consolazione del gol della bandiera, realizzato da Elmander all’82’.

Tutto facile per l’Irlanda, che si sbarazza delle Faroe con un perentorio 3-0. A Dublino il palscoscenico è tutto di Robbie Keane, che realizza una tripletta. Danze aperte dopo soli cinque minuti, l’ex interista concede bis e tris nel secondo tempo. Gli uomini di Trapattoni si contendono la seconda piazza con l’Austria.

Austria-Svezia 2-1
Irlanda-Isole Faroe 3-0

Classifica (tutte le squadre hanno giocato sei partite, tranne Svezia e Faroe a cinque): Germania 16, Ausria 11, Irlanda 11, Svezia 8, Kazakistan 1, Isole Faroe 0.

GRUPPO E

Pareggio tra Albania e Norvegia, un gol per tempo. Avanti i padroni di casa con Rama, pareggia Hogli praticamente allo scadere. Un punto per uno, fa sicuramente più comodo agli albanesi che restano in seconda posizione, un punto davanti all’Islanda e uno dietro alla Svizzera, che però ha disputato un incontro in meno.

L’Islanda crolla sotto i colpi di una Slovenia in serata di grazia e si complica la vita. Eppure tutto sembrava essersi messo per il meglio per gli uomini di Lagerback. Apre le marcature la Slovenia con Kirm, ma i padroni di casa ribaltano il risultato prima con Bjarnason e poi con il rigore realizzato da Finnbogason al 26esimo. Passano appena cinque minuti e un altro penalty, stavolta messo dentro da Birsa, pareggia i conti. Nel secondo tempo Cesar e ancora Kirm fisano il risultato sul definitivo 2-4.

Albania-Norvegia 1-1
Islanda-Slovenia 2-4

Classifica (tutte le squadre hanno disputato sei incontri, tranne Svizzera e Cipro a cinque): Svizzera 11, Albania 10, Islanda 9, Norvegia 8, Slovenia 5, Cipro 4.

GRUPPO F

Pareggio tra Azerbaijan e Lussemburgo, due squadre ancora a secco di vittorie. Entrambe le reti sono arrivate nella ripresa, al vantaggio casalingo di Abisov al 71′ ha risposto il lussemburghese Bensi al minuto 79.

Il Portogallo si porta in vetta al raggruppamento aggiudicandosi il delicatissimo incontro con la Russia, basta un gol di Helder Postiga in avvio di gara a risolvere la pratica. I lusitani sono due punti avanti in questo momento ma la Russia ha due gare da recuperare e dunque i giochi sono apertissimi.

Azerbaijan-Lussemburgo 1-1
Portogallo-Russia 1-0

Classifica (Portogallo e Azerbaijan hanno disputato sette gare, Israele e Lussemburgo sei, Russia e Irlanda del Nord cinque): Portogallo 14, Russia 12, Israele 11, Azerbaijan 4, Irlanda del Nord 3, Lussemburgo 3.

GRUPPO G

La Bosnia ha vita facile in Lettonia, undici minuti dal fischio d’inizio e Fertovs viene espulso dall’inglese Dean. Strada in discesa e i leader del raggruppamento ne approfittano facendo piovere gol sui malcapitati padroni di casa. Per le segnature si deve attendere l’avvio di ripresa, ci pensa Lulic, poi Ibisevic, Medunjanin, Pjanic e Dzeko confezionano la cinquina.

Il Lichtnestein strappa un punticino al cospetto del proprio pubblico, secondo pareggio di fila per i ragazzi di Pauritsch che si portano in vantaggio con Buchel. A un quarto d’ora dal termine la Slovacchia riporta la gara in equilibrio grazie al difensore Durica.

La Grecia vince in Lituania e riesce a tenere tra le mani la seconda piazza nel girone. Un solo gol, quello realizzato da Christodoulopoulos al ventesimo permette agli ellenici di raggiungere quota 13 punti.

Lettonia-Bosnia 0-5
Lichtnestein-Slovacchia 1-1
Lituania-Grecia 0-1

Classifica (tutte le squadre hanno disputato sei partite): Bosnia 16, Grecia 13, Slovacchia 9, Lituania 5, Lettonia 4, Lichtnestein 2.

GRUPPO H

La Polonia si porta subito in vantaggio allo stadio Zimbru di Chisinauc con l’esterno del Borussia Dortmund Błaszczykowski, Sidorenco impatta prima dell’intervallo e regala alla Moldova il quinto punto su sette gare.

Gara nervosa a Pogdorica, tre espulsi: i montenegrini Pavicevic e Volkov per somma di amonizioni e l’ucraino Zozulya a fine primo tempo. L’Ucraina ha vita facile e raccoglie tre puti che mantengono più che vive le speranze di qualificazione. Ben quattro i gol incassati da Bozovic, li firmano Garmash, Koplyanka, Fedetskiy e Bezus. La capolista Montenegro si ferma a 14 punti, la squadra di Fomenko si fa minacciosa a tre punti di distanza e una gara in meno.

Moldova-Polonia 1-1
Montenegro-Ucraina 0-4

GRUPPO I

Finalmente è arrivata, la Finlandia festeggia la prima vittoria nel girone. La vittima è la Bielorussia, ospite allo Stadio Olimpico di Helsinki. I tre punti arrivano anche con un po’ di fortuna, visto che il gol è in realtà un rocambolesco autogol del portiere Veremko.

Finlandia-Bielorussia 1-0

Classifica (tutte le squadre hanno disputato cinque gare, tranne la Finlandia a quattro): Spagna 11, Francia 10, Finlandia 5, Georgia 4, Bielorussia 3.

COPY CODE SNIPPET
About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.