Qualificazioni mondiali, zona Sudamerica (Conmebol): a secco l’Argentina, vola il Cile di Vargas e Vidal

QUALIFICAZIONI MONDIALI SUDAMERICA ARGENTINA. Piccolo passo in avanti per la Colombia e l’Argentina, torna in gioco il Perù, vola il Cile, spreca il Venezuela. La notte di qualificazioni mondiali in Sudamerica ha riservato emozioni e “golazos”: mancano cinque giornate al termine e tutto è ancora in ballo.
Il 13esimo turno è aperto da Bolivia-Venezuela: a La Paz, i padroni di casa sono consapevoli di essere praticamente già eliminati. La “vinotinto”, invece, può approfittare del turno di riposo dell’Uruguay per allungare sull’avversaria che sulla carta, assieme al Cile, dovrebbe contendere il quarto e il quinto posto. Ospiti in vantaggio a inizio ripresa con Arango, lesto a ribadire in rete di testa su azione di calcio d’angolo. La sciagurata uscita di Vega, però, nel finale regala il pareggio alla Bolivia a segno con Campos. Occasione sprecata dal Venezuela, adesso quinto (posizione che garantisce lo spareggio con una rappresentante asiatica) a +2 sul Perù e a +3 sull’Uruguay. Martedì notte, a Ciudad Guayana, un imperdibile Venezuela-Uruguay.

Non avranno problemi per la qualificazione Argentina e Colombia: al Centenario, l’incontro più atteso della giornata termina con un tiratissimo 0-0. Protagonista dell’incontro il pessimo arbitro venezuelano Escalante che prima espelle Zapata e Higuain al 30′ (decisione esagerata: piccoli gesti di reazione di entrambi, sufficiente un giallo), poi nella ripresa annulla due gol ad Aguero (uno regolarissimo) e grazia Falcao per un intervento killer a centrocampo. Buona Colombia, comunque, Pekerman sa di avere tra le mani una potenziale sorpresa nei prossimi Mondiali: in ogni modo, clamorosa l’occasione sprecata nel primo tempo proprio da Higuain. Nella ripresa entra Messi, di ritorno dall’infortunio che lo ha costretto a saltare l’ultimo scorcio di stagione, ma l’asso del Barcellona non incide né sul gioco né sul risultato. 
Vola, invece, il Cile di Sampaoli: ad Asuncion, contro il Paraguay ultimo in classifica, la “roja” vince 2-1 e si gode il quarto posto solitario alla vigilia di due gare interne contro Bolivia e Venezuela che potrebbero sancire la qualificazione diretta in Brasile. Gran calcio della nazionale andina che prima passa in vantaggio a fine primo tempo con un siluro all’incrocio dei pali dell’ormai ritrovato Vargas, poi chiude il match a inizio ripresa con Vidal che chiude alla grande uno splendido triangolo con Sanchez. Il gol di Santa Cruz nel finale non crea nessun patema tra gli ospiti.
Torna, infine, in gioco il Perù: dopo 36 anni l‘Ecuador è battuto: a Lima decide un bel gol in girata di Pizarro, al 12′. La tricolor resta comunque seconda a +4 e con una partita in meno sul Venezuela quinto, mentre la nazionale di Markarian rientra prepotentemente in gioco almeno per il quinto posto.

QUALIFICAZIONI MONDIALI SUDAMERICA (ZONA CONMEBOL), RISULTATI 13ESIMA GIORNATA

Bolivia-Venezuela 1-1. 58′ Arango, 86′ Campos (V)
Argentina-Colombia 0-0.
Paraguay-Cile 1-2. 41′ Vargas, 56′ Vidal, 88′ Santa Cruz (P)
Perù-Ecuador 1-0. 12′ Pizarro

CLASSIFICA

Argentina (12) 25, Ecuador (11) e Colombia (11) 20, Cile (12) 18, Venezuela (12) 16, Perù (11) 14, Uruguay (11) 13, Bolivia (12) 10, Paraguay (12) 8

PROSSIMO TURNO (11 GIUGNO)

Colombia-Perù, Ecuador-Argentina, Venezuela-Uruguay, Cile-Bolivia

COPY CODE SNIPPET
About Alfonso Alfano 1744 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.