Aston Villa-Chelsea 1-2: una doppietta di Lampard decide la sfida

ASTON VILLA CHELSEA. Al Villa Park in campo due squadre con obiettivi opposti, l’Aston Villa è alla ricerca dei tre punti che gli darebbero la matematica salvezza, al Chelsea servono punti in chiave Champions League. Gli uomini di Lambert devono poi vendicare l’umiliante 8-0 incassato nella gara di andata a Stanford Bridge.

Terry & Lampard Entrambe le bandiere del Chelsea nell’undici titolare scelto da Benitez oggetto come sempre di cori di protesta dei propri sostenitori, con loro Ba al centro dell’attacco supportato da Mata e Hazard, in panchina i due grandi protagonisti dell’ultima parte di stagione Torres e David Luiz, a riposo in vista della finale di Europa League in programma mercoledì.

Cuore villans L’undici di casa sembra avere un marcia in più rispetto agli avversari e dopo un inizio convincente e grintoso al quattordicesimo minuto arriva anche il gol: rilancio di Guzan, Benteke scambia con un compagno e viene lanciato verso la porta, il belga dribbla agilmente Cahill e brucia Cech sul suo palo. Chelsea che subisce il colpo psicologicamente e poco dopo Delph con un gran tiro da lontano sfiora l’incrocio dei pali.

Petrov #19 In settimana l’annuncio del ritiro del bulgaro ha commosso i suoi tifosi, ma questa volta è lui a commuoversi, prima perchè Benteke gli dedica il gol mostrando il suo numero sotto la maglia, quindi per il minuto di applausi che il Villa Park gli tributa al diciannovesimo minuto.

Sveglia blues Demba Ba trova un gran Guzan al ventiduesimo minuto che gli nega il gol, quindi lo stesso portiere americano nega la gioia anche a Lampard che si vede respingere una sua punizione dal limite. Il Chelsea prende il soppravento ma in chiusura di primo tempo rimane in dieci uomini, causa un intervento scomposto di Ramirez che già ammonito rimedia il secondo giallo.

Benteke saluta L’attaccante belga alla sua ultima stagionale in casa trova il modo di crearsi una standig ovation al cinquantottesimo minuto quando salta in modo scomposto su Lampard e viene ammonito per la seconda volta, Aston Villa che così pareggia i conti con il Chelsea, è dieci contro dieci. Neanche il tempo di risistemarsi in campo che i padroni di casa incassano il gol: al sessantesimo Lampard di sinistro trova un gran tiro ( deviato leggermente ) che beffa Guzan. L’Aston Villa sembra aver esaurito le energie ed il Chelsea spinge per cercare il gol del vantaggio, rete che quasi arriva da azione di calcio d’angolo con un tiro di Cahill che viene salvato sulla linea, Ba sulla ribattuta ribadisce oltre ma l’assistene dell’arbitro non vede il pallone entrare e la segnatura non viene assegnata.

Terry k.o. Al minuto settantatre Terry cade male sulla propria caviglia, mani in faccia dal dolore per il capitano che è costretto ad uscire dal campo in barella. Mata e poi David Luiz ( entrato dopo l’intervallo ) ci provano su punzione ma è ancora Lampard ad andare in rete grazie ad una azione palla al piede di Hazard che semina la difesa avversaria e mette un rasoterra in mezzo che l’inglese deve solo spingere in rete. Nove minuti di recupero non cambiano il risultato, finisce 1-2 per il Chelsea che grazie ad un ottimo secondo tempo conquista meritatamente i tre punti.

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.