Borussia Dortmund-Malaga 3-2: pazza rimonta tedesca nel finale, Bvb avanti!

BORUSSIA DORTMUND-MALAGA 3-2, CLICCA QUI PER GLI HIGHLIGHTS

Sembrava tutto finito, il Malaga era ad un passo dall’avere la qualificazione in tasca: la compagine spagnola si è invece dovuta arrendere alla foga agonistica dei tedeschi: ha dell’incredibile la rimonta degli uomini di Klopp che sotto 2-1 al 91′ hanno segnato in mischia due reti in due minuti, regalandosi il passaggio del turno ai danni di un Malaga che ha tutt’altro che demeritato. Ma andiamo con ordine:

Dopo lo 0-0 dell’andata il Borussia Dortmund ha assolutamente bisogno di una vittoria per accedere alle semifinali: la squadra della Westfalia in questa edizione della Champions League ha sempre vinto tra le mura amiche, battendo Ajax, Real Madrid, Manchester City e Shakhtar Donetsk. Dall’altra parte Pellegrini decide di giocarsela senza attaccanti di ruolo, avendo constatato la poca pericolosità di Saviola contro i due centrali tedeschi nella gara d’andata. L’allenatore cileno – in lutto per la recente perdita del padre – ha preparato la partita in modo impeccabile, lo dimostra la sua squadra sul campo con un primo tempo quasi perfetto. La partita si apre con un Malaga attendista che non concede spazi  alla compagine di Klopp, quest’ultima tuttavia poco precisa nell’impostazione grazie al pressing di Camacho e compagni. La prima occasione da rete arriva solo al 15′, quando Lewandowsky, liberato da un rimpallo dopo un lancio lungo, spara alto tentando un pallonetto “alla Totti” per sorprendere Caballero. La partita sembra a senso unico, una squadra mantiene il possesso palla e l’altra si limita a chiudere gli spazi, fino all’episodio che ribalta completamente gli equilibri: al 25′ Joaquin si libera nella trequarti avversaria,  si libera con una finta e con un rasoterra sul primo palo sigla il vantaggio ospite. Completamente ammutolito il Westfalenstaidon: primo tiro in porta e prima rete per il Malaga, gol pesantissimo che costringe i tedeschi assolutamente a segnare due reti per qualificarsi.

Si butta in attacco il Borussia ma i boquoneros si dimostrano perfetti in ogni movimento difensivo: l’unica disattenzione costa cara a Demichelis e soci:  è il gol del pareggio, per altro un autentico capolavoro corale dei tre tenori della Westfalia: azione tutta di prima, perso Gotze sulla trequarti, Blaszykowsky va da Reus che con un delizioso tacco smarca Lewandowsky, bravissimo con uno scavetto a liberarsi dell’uscita di Caballero e segnare a porta sguarnita. Gol capolavoro che permette ai tedeschi di andare a riposo sul risultato di parità, liberi di giocarsela nella ripresa.

La seconda frazione di gioco si apre con un botta e risposta fra le due squadre, prima Lewandowsky si fa parare da Willy un destro radente, poi Weidenfeller salva su un colpo di testa ravvicinato del solito Joaquin. Al 53′ un errore in chiusura di Sergio Sanchez favorisce Gotze che sbaglia da ottima posizione. Il Borussia fatica a creare azioni da rete e si rende pericoloso a fiammate, d’altro canto gli spagnoli si chiudono bene e ripartono sfruttando il mestiere di Baptista e le accelerazioni di Isco. Negli ultimi dieci minuti è un assedio di Reus e compagni, che lasciano praterie per i contropiedi degli avversari. E’ proprio da una ripartenza che il Malaga trova il nuovo e sorprendente vantaggio,Isco serve Julio Baptista, tiro del brasiliano deviato che favorisce Eliseu – entrato nella ripresa al posto di Duda – libero di ribadire in rete (in posizione nettamente irregolare). Il gol del vantaggio ospite è una doccia fredda per il pubblico, che ormai sembra aver perso le speranze. Al 91′ mischia in area dopo un calcio di punizione, Marco Reus è il più lesto di tutti e casualmente trova il gol del pareggio. C’è ancora vita, il pubblico si rianima e gli spagnoli tremano. Un minuto dopo, altra mischia in area, stavolta è Santana a trovare il gol, forse anch’egli in posizione irregolare. Esplode il Westfalenstadion, il Borussia trova una qualificazione che al 91′ sembrava insperata e che ora è diventata realtà. Pazzo finale, onore al team di Pellegrini, autore di una partita tatticamente magistrale, punita dalla sfortuna e dalla foga di una squadra, quella tedesca che, dopo la quinta vittoria in casa su altrettante partite, sembra non fermarsi più.

 

BORUSSIA DORTMUND-MALAGA: 3-2 (24′ Joaquin (M), 40′ Lewandowski, 82′ Eliseu (M), 90′ +1Reus 90′ +2’ Felipe Santana)

 

COPY CODE SNIPPET
About Andrea Gatti 567 Articoli
24 anni, appassionato di sport a tutto tondo (football americano, basket, golf e ovviamente calcio), letteratura, film e auto. Dopo aver conseguito la maturità linguistica, lavoro attualmente per una multinazionale metalmeccanica, mi occupo di calcio estero per passione ed amore per il rettangolo verde.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.