Lille-Lorient 5-0: i Dogues sono un uragano, bretoni tramortiti

E se il Lille avesse fatto un avvio di stagione all’altezza delle aspettative? E’ questa la domanda che ci si pone ammirando una squadra che dall’inizio di febbraio sembra un rullo compressore. La comapgine guidata da Rudi Garcia nelle ultime otto partite ha conquistato ventuno punti (media: 2,6), lo stesso bottino collezionato nelle prime qundici gare di campionato, in cui la media era stata pari a 1,4 punti a partita.

 

Il roboante successo sul Lorient è solo la conferma che, non solo per la Europa League, ma anche per la Champions League, bisognerà fare i conti con i Dogues. Il posticipo della trentunesima giornata praticamente non faceva in tempo neppure ad aprirsi che i padroni di casa lo avevano già virtualmente chiuso. Kalou al 2′ e Payet all’8′, approfittando di una difesa del Lorient tutt’altro che concentrata, mettevano in discesa una partita che regalava già nel primo tempo una valanga di emozioni. Infatti, nei minuti successivi gli stessi autori dei primi due goal sfioravano il tris e al 31′ lo trovavano con Digne che realizzava un generoso rigore concesso dal direttore di gara. Il poker veniva servito solamente tre giri di lancette più tardi ancora grazie a Kalou che ribadiva in rete una conclusione di Payet respinta dal palo.

Lille, dunque, padrone del campo e anche nella ripresa la musica non cambiava. Payet andava subito vicno al goal e al 52′ Rodelin di testa appoggiava in rete dopo una traversa copita da Kalou. Cinque goal in cinquantadue minuti certificavano in modo palese il dominio del Lille che, tuttavia, non si accontentava. Al 64′ Audard salvava su Payet che nel finale di gara faceva ulteriormente impazzire la difesa bretone, sfiorando la doppietta personale in altre due occasioni. Il triplice fischio finale era una liberazione per un Lorient tramortito, mentre a Lille si poteva tornare a sognare in grande ad una settimana dal big-match contro il Marsiglia, da giocarsi ancora tra le mura amiche.

 

Lille-Lorient 5-0 (2′ Kalou, 8′ Payet, 31′, rig. Digne, 34′ Kalou, 52′ Rodelin)

COPY CODE SNIPPET
About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.