Premier League: vincono Spurs e Gunners, cade il Chelsea a St.Mary’s

Nel pomeriggio di Premier League tanti match e gol a grappoli:  in vetta vincono facilmente la due squadre di Manchester, si rilanciano Arsenal e Tottenham: cade malamente il Chelsea, sconfitto 2-1 dai Saints. In zona salvezza gran passo in avanti del Wigan che batte il Norwich e raggiunge l’Aston Villa al quartultimo posto. Reading con un piede in Championship, non basta il nuovo manager.

SUNDERLAND-MANCHESTER UNITED 0-1 (27′ Bramble aut.)

Nel lunch match tutto facile per la squadra di Ferguson allo Stadium of Light di fronte a dei Black Cats in evidente difficoltà in termini sia di organico che di risultati. Partita dominata da Van Persie e compagni, con il Suderland che si fa vivo soprattutto in ripartenza senza tuttavia mai impegnare seriamente De Gea. Il gol partita arriva al 27′ con un sinistro secco di Van Persie da posizione defilata, deviazione di Bramble che beffa Mignolet; il resto del match è pura formalità, con lo United sempre in controllo e più volte vicino al raddoppio. Black Cats sempre più in difficoltà, vola invece lo United, il titolo è ormai cosa fatta.

SOUTHAMPTON-CHELSEA 2-1 (23′  Rodriguez, 33′ Terry, 35′ Lambert )

Cade nuovamente il Chelsea, sconfitto dai Saints spinti dal pubblico: succede tutto nel primo tempo, grande partenza per i padroni di casa, che si portano in vantaggio con Jay Rodriguez al 23′.Chelsea pericoloso soprattutto su palla inattiva, sfruttando le doti di Terry ed Ivanovic. E’ proprio il capitano a pareggiare con un colpo di testa in solitudine, gioia del gol stroncata due minuti dopo con il nuovo vantaggio dei Saints con il bomber Lambert, miglior marcatore inglese della Premier. Brutta battuta d’arresto per lasquadra di Benitez, con il quarto posto che ora è a rischio visto l’ottimo momento di forma dei cugini Arsenal e Tottenham. Vittoria importante invece per il Southampton, che si lascia alle spalle gli spettri della zona retrocessione.

SWANSEA-TOTTENHAM 1-2 (7′ Vertonghen, 21′ Bale, 71′ Michu (S)

Colpaccio esterno del Tottenham, che sbanca un campo difficile come il Libery Stadium e scavalca il Chelsea in classifica. Entrambe le reti degli ospiti arrivano nel primo tempo, prima con Vertonghen poi con il solito Bale, autore di un gran tiro da fuori. Tardiva la reazione degli Swans, che dimezzano lo svantaggio a venti minuti dalla fine con un colpo di testa di Michu. Rimangono al nono posto i gallesi, che hanno già da tempo raggiunto una posizione soddisfacente in classifica. Vittoria che consente agli Spurs di restare davanti all’Arsenal e di scavalcare il Chelsea.

WEST HAM -WEST BROMWICH ALBION 3-1 (16′, 80′ Carroll, 28′ O’Neill, 88′ Dorrans (rig.)

Finalmente una prestazione convincente per gli Hammers dopo le recenti uscite poco convincenti: gran parte del merito va ad un ritrovato Andy Carroll, autore di una doppietta che affonda il WBA e consente al team di Allardyce di navigare in acque più tranquille. A Boleyn Ground match già concluso dopo mezz’ora, O’Neill (autore del 2-0) e compagni gestiscono il risultato fino al 90′, per gli ospiti tardiva la reazione che culmina con il rigore di Dorrans per il definitivo 3-1.

WIGAN ATHLETIC-NORWICH 1-0 (78′ Koné)

Era fondamentale conquistare il bottino pieno per gli uomini di Martinez e così è stato, tre punti che consentono ai Latics di agganciare temporaneamente l’Aston Villa al quartultimo posto. Al JJB il gol partita è realizzato dall’ivoriano Koné a 12 dalla fine, al termine di una partita molto combattuta in cui le squadre si sono equivalse.

ARSENAL-READING 4-1 (11′ Gervinho, 48′ Cazorla, 67′ Giroud, 69′ Robson-Kanu (R), 77′ Arteta(rig.)

Continua a sperare nel quarto posto la squadra di Wenger che si sbarazza facilmente dei Royals del neo-manager Adkins. Match a senso unico, con i padroni di casa già in vantaggio all’11’ con Gervinho su assist di Cazorla. Dilagano i londinesi nella ripresa, prima con lo stesso Cazorla e poi con Giroud dopo un gran break dello stesso Gervinho. Chiude i conti un rigore di Arteta, che risponde al momentaneo gol del 3-1 di Robson-Kanu. Tutto facile per i Gunners che riavvicinano il Chelsea sconfitto a St. Mary’s, sprofondano invece i Royals, per i quali non ha dato frutti il recente  cambio in panchina.

MANCHESTER CITY-NEWCASTLE 4-0 (41′ Tevez, 45′ Silva, 56′ Kompany, 70′ Touré)

Vincono e convincono anche i Citizens che all’Ethiad Stadium demoliscono il Newcastle con un roboante 4-0 e tengono a distanza di sicurezza Chelsea e Tottenham per il secondo posto. Dopo 40′ di forcing offensivo apre le marcature Tevez e raddoppia Silva allo scadere della prima frazione dopo una gran giocata di Nasri. La ripresa  pua formalità: il 3-0 è firmato da capitan Kompany in mischia, il poker arriva con un destro di Yaya Touré deviato. La squadra di Mancini risponde nel migliore dei modi ai cugini, anche se ormai sembra davvero troppo tardi.

COPY CODE SNIPPET
About Andrea Gatti 567 Articoli
24 anni, appassionato di sport a tutto tondo (football americano, basket, golf e ovviamente calcio), letteratura, film e auto. Dopo aver conseguito la maturità linguistica, lavoro attualmente per una multinazionale metalmeccanica, mi occupo di calcio estero per passione ed amore per il rettangolo verde.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.