Azerbaijan-Portogallo 0-2, le pagelle

Azerbaijan

Kamran Agayev 6,5 – Nonostante le reti subite è uno dei migliori degli azeri, sicuramente un portiere discretamente dotato. E’ attento e pronto su tutti gli interventi, ma sui due goal non può nulla.

Ramaldanov 5 – Penalizza la difesa con diverse disattenzioni, è totalmente assente su entrambe le reti portoghesi.

Shukurov 7 – Voto già alto ma alzato maggiormente dal coefficiente di difficoltà di convivere con compagni così poco esperti. Concede veramente pochissimo ed è sempre ben posizionato. Tante le sue chiusure sugli attaccanti portoghesi.

Mammadov 5 – Poco presente in mezzo al campo, non si fa vedere come dovrebbe e lascia che la squadra nel secondo tempo venga schiacciata.

Aliyev 6 – Epulso al ’55 ingiustamente per una gomitata che tale non era, fa mancare il suo apporto fino a quel momento fondamentale.

Sadigov 5 – Impalpabile, non riesce a lanciare bene le punte come dovrebbe.

Abishov 5,5 – Rude e grintoso ma manca di esperienza.

Huseynov 5 – Si muove molto ma riesce a far poco.

Nadirov 5 – Tenta qualche incursione sulla destra ma è costantemente bloccato.

Medvevev 4,5 – Pericolante rischia più volte di mettere a repentaglio la difesa

Ismailov 5,5 – Potrebbe concludere spesso ma gli manca la forza e la tecnica adatta a far male ai portoghesi.

Azad (dal ’68) 6 – Entra e da vivacità al reparto offensivo aiutando anche dietro, ma serve a poco.

Portogallo

Rui Patricio 6 – Decisamente poco impegnato, anche se nel primo tempo un suo intervento scampa la squadra da un clamoroso svantaggio.

Bruno Alves 7 – Stacco da falco per il capitano portoghese che vale l’importante vantaggio, e gran punizione nel primo tempo che si stampa all’incrocio dei pali: condottiero.

Pepe 6 – Partita tranquilla per il difensore madri dista che fa il suo dovere senza problemi.

Miguel Veloso, 6,5 – Tenta spesso incursioni offensive da dietro, e si rivela sempre pericoloso. Attento in difesa quanto basta.

Fabio Coentrao 6,5 -Si vede poco ma quando sale in avanti è sempre lui: suo l’ assist per Hugo Almeida che chiude i giochi.

Vieirinha 5,5 – Ha il 7 di Cristiano Ronaldo ma l’incisività non è la stessa, qualche buon movimento ma poca sostanza.

Joao Moutinho 7 – Sempre precise le sue sciabolate, ma la davanti manca chi possa approfittare al meglio dei suoi assist. Prende il pallino del centrocampo dopo l’uscita di Meireles e dirige l’orchestra al meglio.

Danny 5 – Lezioso il trequartista dello Zenit, pagato ben 30 milioni nel 2008, dimostra,almeno stasera, di non valerli poi così tanto.

Raul Meirels 6,5 – Prova ad animare la manovra di un Portogallo non poi così roboante, il suo cambio è poco chiaro ma forse effettuato a fini precauzionali.

Joao Pereira 6,5 – In tandem con Moutinho stabilizza il vantaggio e il gioco portoghese nel secondo tempo.

Helder Postiga 5 – Molle l’attaccante del Saragozza. Per lui tante buone occasioni ma poca reattività e freddezza al momento giusto.

Hugo Almeida (dal ’58) 7 – La rete del giocatore Besiktas è quella che chiude il match. Un cambio azzeccato.

Varela ( dal ’73) 6,5 – Entra, si inserisce bene, e sfiora anche il goal nel finale

Custodio ’82 s.v.

 

COPY CODE SNIPPET
About Alessio Dell'Anna 130 Articoli
Intrattenitore nel mondo della comunicazione con la passione per il calcio d'antan, è un solista dentro e fuori dal campo, che predica da numero 7 ma razzola da numero 9. Fra il 98' e il 2002 ha inscenato ben 824 repliche dei Mondiali di calcio nella sua cameretta, e ricerca oggi la magia del calcio di un tempo nei campionati con un debito pubblico pericolosamente oltre la soglia di guardia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.