Npower Championship, il campionato più bello del mondo

Il discusso gol di McShane nel 2-1 per i Tigers all'andata
Il discusso gol di McShane nel 2-1 per i Tigers all'andata

Due Coppe dei Campioni, una Coppa Uefa, ventisei titoli tra Premier League e First Division: questo è solo un assaggio delle squadre che compongono la cosiddetta Npower Championship, l’equivalente inglese della nostra Serie bwin.
Uno score da fare invidia a numerosi campionati europei, ai quali va aggiunto l’apprezzamento della gente, che riempie gli stadi con una media di 19.000 persone a partita, una vera e propria febbre da Championship, considerando che quest’anno la Serie A italiana porta in media allo stadio 17.000 persone.
Non si tratta soltanto di numeri però, la passione dei tifosi, la qualità degli stadi e l’imprevedibilità dei risultati portano la seconda divisione inglese su livelli di eccellenza: come non ricordare la rocambolesca promozione in Premier League del Blackpool nei playoff del 2010, oppure il trionfo del Newcastle con 102 punti sempre nel 2010, fino ad arrivare alle cocenti delusioni del Cardiff City o a Glenn Murray del Cristal Palace, autore di 29 reti in 33 partite in questa stagione tanto per arrivare ai giorni nostri.
La formula della Npower Championship prevede un girone da 24 squadre, per un totale quindi di 46 partite ciascuna: le prime due classificate saliranno direttamente in Premier League, mentre le classificate dalla terza alla sesta posizione si sfideranno in un quadrangolare ad eliminazione, con andata e ritorno, per decretare la vincitrice dei playoff che si aggiudicherà l’ultimo posto disponibile per la promozione in Premier. L’inferno della Npower League One invece spetterà alle ultime tre classificate che retrocederanno senza appello.
La stagione 2012/2013 è giunta alla 38° giornata ed attualmente la classifica è guidata saldamente dal Cardiff City, mentre sono numerose le squadre in piena bagarre per una promozione diretta o per l’accesso ai playoff, come del resto la lotta per la sopravvivenza nelle zone basse.
La gara da non perdere sabato è senza dubbio quella del KC Stadium dove l’Hull City riceverà la visita del lanciatissimo Nottingham Forest: in palio tre punti importantissimi nella lotta per la promozione (nella foto in alto il discusso gol di McShane nel 2-1 per i Tigers all’andata).

 

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.