Ligue 1: Bahoken firma il riscatto del Nizza, il Bordeaux mette fine alla crisi

Con Cvitanich ancora infortunato e Maupay a rifiatare in panchina, Claude Puel trova in Stéphane Bahoken il bomber ideale per scardinare la difesa del Montpellier. L’attaccante rossonero (classe 1992) riporta il Nizza a ridosso del podio, lasciando il Montpellier a quota 44. Il Bordeaux, invece, ritorna al successo dopo quattro ko consecutivi, sconfiggendo il Bastia grazie ad un goal di Diabaté

 

NIZZA – MONTPELLIER 2 – 0

Titolare per la prima volta in Ligue 1, il ventenne Stéphane Bahoken regala al Nizza tre punti vitali nella corsa verso l’Europa. I rossoneri dimostrano così di aver smaltito al meglio il pesante ko di Saint-Etienne, mentre il Montpellier perde terreno e scende al settimo posto. L’intraprendenza di Bahoken si notava subito e al’12’ l’attaccante nizzardo era pronto alla deviazione in rete su cross di Bauthéac. Il raddoppio giungeva al 24′: tiro di Bruins dal limite, il palo respingeva la conclusione ma sulla ribattuta Bahoken, probabilmente in fuorigioco, ribadiva in rete. Nizza padrone assoluto del campo, Montpellier tramortito dall’uno-due dei padroni di casa e il risultato restava inchiodato sul 2-0 fino all’intervallo. Nella ripresa, gli ospiti alzavano il baricentro, riuscendo però ad impensierire Ospina solamente all’85’ quando andavano vicini al goal della bandiera con un tiro di Belhanda respinto dalla traversa. Nel recupero, Maupay sciupava la palla del 3-0, un errore che comunque non impediva alla squadra di Puel di affiancare il Saint-Etienne al quarto posto.

BORDEAUX – BASTIA 1 – 0

Sconfitto in Europa League dal Benfica, il Bordeaux si rianima superando di misura un Bastia che conferma i propri limiti nelle gare in trasferta. La vittoria dei girondini è meritata e giunge al culmine di 90 minuti sostanzialmente dominati in cui i padroni di casa avrebbero meritato anche una seconda rete. Già nel primo tempo, il Bordeaux premeva alla ricerca del goal, ma Rolan non trovava lo specchio della porta in un paio di occasioni e Landreau faceva il resto bloccando le altre iniziative. Al 53′ una traversa di Obraniak sembra voler certificare un pomeriggio sfortunato per la squadra di Gillot, tuttavia tre minuti più tardi Diabaté, servito da Ben Khalfallah, trafiggeva di destro Landreau. Il Bastia si faceva pericoloso solamente nei minuti finali, troppo poco per sperare di raggiungere i girondini che a tempo scaduto sprecavano anche il raddoppio con Plasil.

 

Nizza – Montpellier 2 – 0 (12′ e 24′ Bahoken)

Bordeaux – Bastia 1 – 0 (56′ Diabaté)

COPY CODE SNIPPET
About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.