Libertadores: Gremio si, Newells no

Notte di Champions in Europa e notte di Libertadores in Sudamerica, con cinque partite della fase a gironi. Due le gare principali che abbiamo seguito: per il gruppo 7 si giocava tra Newells Old Boys e Universidad de Chile, mentre il programma del gruppo 8 in brasile andavano in campo Gremio e Caracas. Ma andiamo con ordine. A Rosario era in palio la testa del girone nella sfida tra il Newell’s e i cileni, semifinalisti nella scorsa edizione della coppa. Partenza razzo per gli ospiti che passano già al quarto minuto con un’azione in rapidità sviluppata in fascia destra e conclusa da Marino che raccoglieva l’invitante assist di Lorenzetti e dopo aver anticipato i difensori argentini piazzava la palla sul secondo palo, realizzando la sua prima rete stagionale.

I ritmi sono alti, la partita è bellissima con repentini cambi di versante, anche se spesso le manovre delle due squadre si infrangono contro le attente difese avversarie, ma l’equilibrio si spezza al 15° quando su un lancio millimetrico di Martinez, Ubilla stoppa alla perfezione ed appena entrato in area viene atterrato da Casco, rigore ed ammonizione per il difensore argentino; dal dischetto si presenta Aranguiz, che calcia forte e centrale e porta gli ospiti sul due a zero proprio sotto il settore dei tifosi cileni che sembra esplodere. In pieno recupero Ignacio Scocco, bomber dei padroni di casa, riapre il risultato calciando in porta direttamente una punizione valutata male dal portiere cileno.

Nel secondo tempo calano i ritmi ma si alza il nervosismo, 6 i cartellini giallie  e 2 le espulsioni (una per parte) che si registreranno a fine gara sul taccuino dell’arbitro, ma il risultato non cambia nonostante il forcing finale del Newells. Finisce quindi 2-1 e continua il momento di crisi delle squadre argentine in Libertadores: delle cinque partecipanti, ad oggi soltanto il Velez sarebbe qualificato per gli ottavi di finale. Per il Newells inizia adesso una serie di impegni molto importanti per la stagione: sabato la trasferta di campionato in casa dell’Estudiantes, mercoledì la gara di Libertadores in Cile di nuovo contro l’Universidad e poi la sifda in casa contro il River Plate.

Per il gruppo 8 il Gremio ospitava i venezuelani del Caracas, che sono scesi in campo con il lutto al braccio per commemorare la morte del presidente Chavez, con le due squadre a tre punti in classifica dopo le prime  due gare. Vantaggio dopo 15 minuti per i padroni di casa con Barcos che è lesto a raccogliere il pallone sfuggito goffamente dalle mani del portiere venezuelano dopo il cross dalla destra di Werley; la partita si mette in discesa per la squadra brasiliana che continua a gestire la partita e raddoppia al 38° con Werley il centrale difensivo del Gremio che di testa anticipa tutta e segna sul calcio d’angolo calciato da Roberto.

La partita, già difficile alla vigilia per i “rojos” venezuelani si mette male al settimo della ripresa quando Zè Roberto sigla il 3-0 su perfetta verticalizzazione di Barcos; l’ex giocatore di Amburgo e Bayern,  raccolto il passaggio ha saltato il portiere e ha appoggiato di interno nella porta rimasta sguarnita.  Pochi minuti dopo i venezuelani provano a rientrare in partita con un gol di testa di Sanchez, ma ancora Roberto, a quindici minuti dalla fine si fa trovare pronto sotto porta sul passaggio filtrante di Parà e chiude la gara. Con questa vittoria il Gremio raggiunge la Fluminense a 6 punti in testa al girone, e potrà andare mercoledì prossimo a Caracas con un po’ di tranquillità.

Le altre due gare in programma hanno visto il pareggio 2-2 tra Olimpia Asuncion e Deportivo Lara, la vittoria per 2-1 del Millonarios contro i boliviani del San Josè e il 2-1 in casa dell’Emelec contro il Deportes Iquique.

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.