Lille-Bordeaux 2-1: il Lille non si ferma più, per il Bordeaux è crisi

L’ultimo posticipo della ventisettesima giornata di Ligue 1 tra Lille e Bordeaux conferma il trend delle due protagoniste, con l’undici di Rudi Garcia che colleziona la quarta vittoria consecutiva, mentre per gli ospiti giunge la quarta sconfitta di fila. Il Bordeaux, quarto in classifica fino a un mese fa, dice probabilmente addio ad ogni ambizione europea e lo fa in uno scontro diretto nella corsa all’Europa visto che proprio il Lille si riaffaccia a ridosso dei quartieri alti, portandosi a due sole lunghezze dal Nizza, quinto in classifica.

Avvio equilibrato tra le due formazioni finchè al 30′ Tremoulinas era steso da Beria in area e si guadagnava un calcio di rigore che Plasil trasformava. L’andamento della sfida cambiava radicalmente e prima dell’intervallo solamente i riflessi di Elana su un colpo di testa di Diabaté e su una punizione dell’ex Obraniak tenevano il Lille in partita. Ben altra musica nel secondo tempo con Rodelin che falliva subito l’occasione per il raddoppio (49′), facendosi poi perdonare al 59′ con un potente sinistro che non lasciava scampo a Carrasso. La partita tornava dunque in parità, tuttavia al 72′ a rompere l’equilibrio questa volta erano i padroni di casa con Kalou che saltava Tremoulinas e infliava l’estremo difensore ospite con un tocco di esterno destro. Il Lille reclamava un rigore due minuti più tardi, quindi nel finale veniva nuovamente salvato da un super intervento di Elana su una punizione di Ben Khalfallah. Nel prossimo turno, l’undici di Rudi Garcia cercherà il pokerissimo a Valenciennes, in attesa di ricevere buone notizie dallo Stade du Ray dove le due compagini che lo precedono (Nizza e Montpellier) si sfideranno tra loro.

 

Lille-Bordeaux 2-1 (30′ rig. Plasil, 59′ Rodelin, 72′ Payet)

COPY CODE SNIPPET
About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.