Libertadores: Boca, Corinthians, Fluminense avanti tutta

Spettacolo ed emozioni nelle quattro partite di Coppa Libertadores disputate nella notte italiana e, per la prima volta in questa competizione, non c’è stato nessun risultato sorprendente con le big impegnate che hanno concluso tutte con una vittoria.

La gara più equilibrata sulla carta era quella in programma a Guayaquil, tra il Barcelona e il Boca Juniors, che dopo la sconfitta interna contro il Deportivo Tolouca non poteva permettersi nessun passo falso. Partenza lanciata per i padroni di casa che prima con un’azione personale di De La Torre, con la conclusione alta di poco, e poi con una punizione da limite di Arroyo, hanno sfiorato il gol del vantaggio. Alla mezz’ora l’attaccante ecuadoriano aveva anche segnato scartando il portiere, ma l’arbitro aveva giustamente annullato ed ammonito il giocatore per un’evidente fallo di mano. Ma l’occasione più grande del primo tempo è per gli argentini con Martinez, che recuperando palla da un’uscita sciagurata della difesa di casa, entrava in area e colpiva di esterno destro facendo però uscire la palla di pochi centimetri. Nella ripresa il Boca prende subito in mano l’incontro e coglie i frutti del suo possesso già al 15° con Martinez che segna su calcio d’angolo dopo un assist di testa di Burdisso. Quattro minuti e il Boca raddoppia, ancora sugli sviluppi di un calcio da fermo: punzione dalla tre quarti calciata da Colazo e gol di testa di Claudio Perez, l’alto difensore centrale approdato quest’anno alla squadra gialloblu dopo una carriera trascorsa al Belgrano de Cordoba. La partita praticamente si conclude qui, con gli ospiti che abbassano i ritmi, sfruttano le tre sostituzioni a disposizione si mangiano in due occasioni la rete del tre a zero. Poi, in pieno recupero, accorcia le distanze il Barcelona su calcio di rigore con Arroyo che calcia forte e centrale; rigore netto concesso per fallo subito da Paredes. Si conclude così la seconda giornata del Gruppo 1, che vede in testa il Nacional con 4 punti, Boca e Toluca con 3 e chiude il Barcelona con 1.

Per il Gruppo 5, in Brasile, si giocava la sfida tra Corinthians e Millonarios, squadra colombiana di Bogotà. La partita si è disputata a porte chiuse dopo la decisione presa dalla Conmebol in seguito agli incidenti provocati dai tifosi brasiliani in Bolivia nel turno precedente, durante i quali era deceduto un tifoso del San Josè colpito al volto da un razzo. Subito in gol i brasiliani al 10° con Guerrero che su assist, forse involontario di Paulinho, metteva in rete in mezza rovesciata a pochi metri dalla porta. Troppo il divario in campo tra le due squadre con il duo d’attacco brasiliano Guerrero Pato che ha creato un costante scompiglio tra i difensori colombiani. Nonostante ciò la partita resta aperta fino al 49°, proprio quando Pato siglava il raddoppio inserendosi benissimo sul secondo palo su un cross lungo di Paulinho, stavolta si autore di un assist cercato, anche se l’ex giocatore del Milan è stato lasciato colpevolmente solo in area. Finisce due a zero, con un secondo tempo piuttosto noioso, probabilmente anche a causa dell’assenza di tifosi sugli spalti. Anche in questo gruppo si è conclusa la seconda giornata con i messicani del Tijuana in testa a 6 punti, Corinthians a 4, San Josè a 1 e Millonarios fermi a 0.

Interessante per il Gruppo 8 anche la gara tra i cileni dell’Huachipato e la Fluminense, conclusa con la vittoria per 2-1 dei brasiliani. Il primo tempo, dopo una partenza molto aggressiva dei padroni di casa ha visto uscire alla distanza la Fluminense che spesso con tiri da fuori ha messo in difficoltà il portiere di casa. Al 36° Wellington è riuscito clamorosamente a colpire il palo a porta completamente vuota, tirando da circa due metri. E come spesso capita nel calcio, nel recupero del primo tempo sono i padroni di casa in maglia blu a passare con Braian Rodriguez, che si faceva trovare prontissimo in area su assist di Crovetto e girava in rete. Nella ripresa il tema dell’incontro è sempre lo stesso con i brasiliani che continuano ad imporre il loro gioco e trovano il pareggio al 20° con una bella rete siglata da Wellington, che si è fatto perdonare il clamoroso errore della prima parte, su assist di petto di Fred. E Wellington entra anche nella rete del 2-1 finale, siglata alla mezz’ora, recuperando un pallone dai difensori cileni e servendo un assist facile da trasformare in gol a Wagner, il centrocampista brasiliano che era subentrato all’ex Chelsea Deco appena 20 secondi prima. Ultima emozione a cinque dalla fine con un gran colpo di testa di Rhayner, giovane attaccante della Fluminense, che costringeva Veloso ad un salvataggio miracoloso. Con questa vittoria il club brasiliano conduce il gruppo con 6 punti, davanti a Gremio, Caracas e Huachipito tutti a 3 punti.

Ha chiuso il programma la vittoria del Deportesi Iquique per 2-0 contro l’Emelec, nel Gruppo 4 dove comandano a 6 punti Velez e Penarol, dopo tre gare disputate.

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.