Coppa di Francia: tris del Saint-Etienne al Lille, ok anche Troyes ed Evian

Le prime tre sfide degli ottavi di finale di Coppa di Francia hanno emesso i loro verdetti: Evian e Troyes, in piena zona retrocessione in Ligue 1, si riscattano qualificandosi ai quarti, mentre il Saint-Etienne supera il Lille (3-2) nel big-match di questo martedì di Coppa.

SAINT ETIENNE – LILLE 3-2

La partita più attesa della prima giornata di questi ottavi di Coppa di Francia premia il Saint-Etienne che si conferma protagonista nelle coppe, dopo il raggiungimento della finale in Coppa di Lega. Nel primo tempo facevano quasi tutto i locali, costruendo diverse palle goal già nella prima mezz’ora, ma a trovare la rete che rompeva l’equilibrio (33′) era il Lille: punizione dalla trequarti di Payet e testa vincente di Basa, lasciato troppo solo dalla difesa dei verdi. La reazione dei padroni di casa era veemente: Hamouma colpiva il palo, Guilavogui metteva di poco a lato, quindi al 44′, quando il primo tempo sembra concludersi a favore degli ospiti, una goffa autorete di Chedjou, colpito da un rilancio di Elana, uscito dai pali per anticipare Aubameyang, riportava in parità l’incontro. Nella ripresa, il Saint-Etienne impiegava solo cinque minuti per ribaltare il risultato: lancio di Bodmer per Aubemeyang e tiro del gabonese che, deviato da Rozenhal, scavalcava un incolpevole Elana. Un minuto più tardi Zouma sfiorava il tris con un colpo di testa che si infrangeva sul palo e l’undici di Galtier era sempre più padrone del campo. Al 75′ Brandao saltava Elana per il tris a porta vuota, prima che Kalou (82′) ribadisse in rete una corta respinta di Ruffier e prolungasse le speranze di qualificazione del Lille che svanivano nel recupero quando un colpo di testa di De Melo non inquadrava lo specchio della porta.

SOCHAUX-TROYES 1-2

Sconfitto 3-1 a settembre all’Auguste Bonal, il Troyes si riscatta da quella débacle qualificandosi a sorpresa per i quarti di finale di Coppa di Francia e dimenticando, per una sera, i problemi del campionato. Neppure dieci minuti di gioco e gli ospiti si portavano in vantaggio: Nsakala innescava Bahebeck e il diagonale dell’ex parigino finiva alle spalle di Ovono, legittimando un dominio che aveva visto il Troyes crearsi altre due occasioni prima del goal. Lo svantaggio non risvegliava il Sochaux ed i primi quarantacinque minuti erano a senso unico, con la squadra di Furlan che andava all’intervallo meritatamente in vantaggio. Nella ripresa, gli ospiti calavano progressivamente il ritmo forsennato con cui avevano condotto la prima parte di gara e l’ultima mezz’ora vedeva il riemergere dei padroni di casa. Il Sochaux provava il tutto per tutto per scardinare la difesa del Troyes ma, ad un minuto dalla fine del tempo regolamentare, erano i biancoblù a raddoppiare con Faussurier, chiudendo virtualmente l’incontro. La rete di Boudebouz, su calcio di rigore al 96′, serviva solo dal punto di vista statistico. Dopo 12 anni, il Troyes si qualificava nuovamente al terz’ultimo atto della Coppa di Francia.

 

EVIAN-LE HAVRE 3-1

Nel giorno in cui l’Uefa respinge la richiesta di un gruppo di politici franco-svizzeri circa la possiblità di scegliere lo stadio di Ginevra come sede delle partite casalinghe dell’Evian, la squadra allenata da Pascal Dupraz conquista una storica qualificazione ai quarti di finale, sconfiggendo 3-1 il Le Havre. Il protagonista non poteva che essere Kevin Bérigaud, una bandiera del club savoiardo, autore di una doppietta. L’attaccante classe 1988, servito da Khlifa, sbloccava il risultato al 23′ con un gran tiro che non lasciava scampo a Boucher, rompendo l’iniziale equlibrio. Il vantaggio dei padroni di casa rischiava di durare solo sei minuti, ma il palo respingeva una conclusione di Malfleury e, sulla ribattuta, Rivière non riusciva a ribadire in rete. In apertura di secondo tempo, giungeva il 2-0 quando Bérigaud saltava un difensore con un sombrero, prima di trafiggere l’estremo difensore avversario. I padroni di casa sprecavano in un paio di occasioni la palla del 3-0 e la partita, a sorpresa, veniva riaperta nel finale. Al 79′ Rivière spediva di testa tra le braccia di Laquait, tuttavia un minuto più tardi si faceva perdonare depositando in rete un invitante assist di Malfleury. Gli ultimi dieci minuti erano all’insegna della sofferenza per l’Evian, finchè, al 92,’ Khlifa, in contropiede, metteva il sigillo sulla qualificazione.

 

 

Sochaux-Troyes 1-2 (10′ Bahebeck, 89′ Faussurier, 96′ rig. Boudebouz)

Evian-Le Havre 3-1 (23′ e 48′ Bérigaud, 80′ Rivière, 92′ Khlifa)

Saint-Etienne-Lille 3-2 (33′ Basa, 44′ aut. Chedjou, 50′ Aubameyang, 75′ Brandao, 82′ Kalou)

COPY CODE SNIPPET
About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.