Paris Saint-Germain-Marsiglia 2-0: show di Sirigu e al PSG bastano due lampi

Doveva essere la notte di Beckham, è stata la notte di Sirigu. Il portiere sardo ha sfoderato una grandissima prestazione, annullando tutti i tentativi marsigliesi e congelando un successo molto importante nella corsa al titolo. Il 2-0 non tragga però in inganno, poiché per lunghi tratti di gara, il pareggio sarebbe andato stretto al Marsiglia. I parigini avevano il merito di mettere in discesa la partita con un autogoal nei primi minuti ma soffrivano esageratamente per buona parte dell’incontro, trovando un goal casuale al primo minuto di recupero. Alla resa dei conti, i marsigliesi pagavano il primo quarto d’ora in cui risultavano assenti nel freddo e nel nevischio parigino.

Capolista in campo con il collaudato 4-4-2 e diverse stelle in panchina, mentre il Marsiglia faceva di necessità virtù optando per un modulo ad un’unica punta, senza grandi ricambi a disposizione per cambiare marcia a partita in corso. Al primo minuto di gioco, un’invenzione di Ibrahimovic liberava Lavezzi in area di rigore ma la potente conclusione dell’ex napoletano si infrangeva sul palo, strozzando in gola l’urlo di gioia dei tifosi di casa. I supporters del Paris Saint-Germain dovevano, però, aspettare solo dieci minuti per vedere i propri beniamini sbloccare il vantaggio: insistita azione offensiva e tiro di Lucas che colpiva Nkoulou prima di infilarsi alle spalle di Mandanda.

La squadra di Ancelotti sembrava poter prendere in mano la gara con grande facilità, ma progressivamente spariva dal campo, lasciando troppo spazio al Marsiglia che prima assumeva il comando delle operazioni, quindi, dalla mezz’ora, si faceva anche pungente dalle parti di Sirigu. Un colpo di testa di André Ayew ed una gran botta di Kadir scaldavano le mani all’ex estremo difensore del Palermo  che al 41′ doveva superarsi per respingere in tuffo una punizione di Valbuena.

La ripresa si apriva come si era chiuso il primo tempo, con gli ospiti costantemente nella metà campo parigina. Al 53′ uno scatenato Valbuena trovava Gignac in area, ma il tiro dell’attaccante marsigliese era deviato da Sirigu e sette minuti il portiere sardo alzava in angolo con uno spettacolare intervento una altrettanto spettacolare rovesciata di Gignac. Il gioco del Paris Saint-Germain era affidato ad una serie di lanci lunghi alla ricerca della velocità di Lavezzi o della fisicità di uno spento Ibrahimovic, ma il pallino del gioco era sempre in mano agli ospiti.

La squadra di Baup concedeva qualche ripartenza al Paris-Saint-Germain, tuttavia Lavezzi non era in grado di cantare e portare la croce, poco supportato dal compagno di reparto. Al 75′ continuava lo show di Sirigu con un altro super-intervento su un colpo di testa di André Ayew che sembrava destinato in fondo al sacco. Nel minuto successivo, c’era da segnalare l’esordio in Ligue 1 di Beckham, ma la musica non cambiava. Nel finale, Valbuena e Fanni ci provavano invano da fuori e la beffa definitiva per gli ospiti arrivava nel recupero con un casuale goal di Ibrahimovic che deviava in rete con il ginocchio un cross di Menez, al termine di un’azione avviata da Beckham.

La sconfitta spediva il Marsiglia a -8, mercoledì Valbuena e compagni avranno la possibilità di rifarsi, sempre al Parco dei Principi, in Coppa di Francia, ma questa è un’altra storia….

Paris Saint-Germain-Marsiglia 2-0 (11′ aut. Nkoulou, 91′ Ibrahimovic)

COPY CODE SNIPPET
About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.