Real Madrid-Manchester United 1-1: apre Welbeck, risponde Cristiano Ronaldo

Il Santiago Bernabéu è vestito a festa, in campo ci sono due giganti del calcio mondiale: Real Madrid e Manchester United pronte a sfidarsi per l’andata dei quarti di finale di Champions League. Sugli spalti c’è il pubblico delle grandi occasioni, per la prima volta in questa stagione il fantastico impianto del Real Madrid fa registrare il tutto esaurito, ad assistere al match ci sono circa 85.000 spettatori. La partita non ha tradito le aspettative della vigilia, si è visto un Real Madrid che ha provato a vincere fino all’ultimo, ma di fronte a se aveva un Manchester United che, da grande squadra, ha saputo contenere i Blancos e con ripartenze fulminee si è reso pericolososissimo in contropiede. Il primi minuti di gioco sono tutti di marca madri dista, al 5’ Cristiano Ronaldo semina il panico sulla sinistra e serve perfettamente Fàbio Coentrão che calcia di prima intenzione ma sulla sua strada trova uno strepitoso De Gea che devia la palla tanto quanto basta per spedirla sul palo. Al ’19 i Red Devils passano in vantaggio a sorpresa, Rooney batte un calcio d’angolo dalla destra, imbecca splendidamente Welbeck che di testa deposita la palla alle spalle di Lopez che ci mette del suo. Sul Bernabéu cala il gelo, ma la reazione del Real non si fa attendere. Di Maria con una conclusione violenta sfiora il gol, la palla esce di pochissimo sul fondo, poi tocca a Cristiano Ronaldo che con un gran tiro da fuori area provoca i brividi al portiere dei Red Devils. Il pareggio è nell’aria e non tarda ad arrivare. Di Maria dalla sinistra regala un “cioccolatino” a Cristiano Ronaldo che prende l’ascensore, sale in cielo, colpisce la palla di testa e trafigge l’incolpevole De Gea. Per Ronaldo quello di questa sera è il gol numero 37 in stagione in 36 partite giocate, numeri da alieno per il portoghese.

Nella ripresa il match rimane divertentissimo è sempre il Real a tenere in mano il pallino del gioco. I Blancos si rendono pericolosi prima con il solito Ronaldo che con una girata impegna severamente De Gea , poi è il turno del super Di Maria che mette la palla a pochi centimetri dal palo. E’ il momento dei cambi: Higuain rimpiazza Benzema , Ferguson ha bisogno di qualcuno con esperienza e gioca la carta Giggs che rimpiazza Kagawa. Il Real preme e il protagonista, ancora una volta, è il portiere dei Red Devils De Gea che compie un miracolo su una scivolata al volo di Coentrao. Al 70’ gli inglesi sfiorano il gol per due volte con il fuoriclasse olandese Robin Van Persie che prima colpisce la traversa, poi, sulla respinta, supera Diego Lopez ma si vede negare la gioia del gol da Xabi Alonso che salva sulla linea. Il Real Madrid continua ad attaccare ma il Manchester non si lascia sorprendere, il match si chiude sul punteggio di 1-1. Partita divertentissima a Madrid le due squadre hanno offerto un grande spettacolo.

La qualificazione si deciderà all’Old Trafford il prossimo 5 marzo.

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.