Bulgaria e Ungheria a porte chiuse per razzismo, Fifa respinge il ricorso

Il comportamento dei tifosi di Bulgaria e Ungheria, che si sono distinti per comportamenti razzisti e antisemiti, porterà entrambe le rappresentative a giocare il prossimo match di qualificazione ai mondiali a porte chiuse. La Fifa ha infatti respinto il ricorso delle due federazuini, Ungheria senza pubblico il 22 marzo contro la Romania e stesso discorso per i bulgari, che dovranno vedersela con Malta.

La sanzione nei confronti dei magiari è arrivata in seguito ai pesanti insulti rivolti alla rappresentativa israeliana durante una gara amichevole (nella foto un’immagine della partita in questione), mentre i sostenitori bulgari hanno insultato un giocatore di colore danese facendo l’ormai tristemente noto verso della scimmia.

COPY CODE SNIPPET
About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.