Chelsea-Southampton 2-2: i Saints fermano i Blues in rimonta

TEMPO DI RECUPERI in Premier League, a Stamford Bridge si affrontano Chelsea e Southampton, partita in programma ad inizio dicembre ma rinviata causa impegno dei blues nel mondiale per club. Rafa Benitez schiera i suoi con il modulo 4-2-3-1 con Cech in porta, Azpilicueta, Cahill, David Luiz e Cole in difesa, Ramires e Lampard davanti ad essi, Mata, Oscar ed Hazard a comporre il trio di trequartisti dietro all’unica punta, e neo acquisto, Ba.
Nigel Atkins risponde con Boruc tra i pali, Yoshida e Hooiveld coppia centrale di difesa supportati da Clyne a destra e Shaw sinistra, Davis, Schneiderlin e Cork in mezzo, Puncheon a destra e Do Prado a sinistra a comporre il centrocampo a cinque con Rodriguez unica punta.

MEGLIO SOUTHAMPTON nelle battute iniziali che con autorità si affaccia nella metà campo del Chelsea provando a gestire il possesso della palla, anche se la prima occasione del match è sui piedi di Oscar che calcia malamente a lato su azione di contropiede. Lampo del brasiliano a parte, nelle battute iniziali i blues non riescono a mettere in difficoltà gli ospiti, che manovrano mene e mettono apprensione a Cech quando Puncheon, su cross di Do Prado, colpisce di testa a lato del palo. Il discreto ritmo di inizio partita si spegne a metà primo tempo quando il match sembra una normale amichevole di inizio estate, ma poi ci pensa Ba a svegliare il pubblico dalla noia: cross di Azpilicueta, Hooiveld anticipa Oscar ma la palla finisce sul piede del senegalese che mette in rete il pallone, grazie anche ad una deviazione di Yoshida. I saints provano a fare gioco ma è ancora il Chelsea, in chiusura di primo tempo, a trovare il gol con Hazard che sfrutta un tiro di Ramires che si abbatte sul palo per avventarsi sulla ribattuta e gonfiare la rete di Boruc. Chelsea che sembra in controllo della partita in apertura di secondo tempo, fino a quando Atkins decide di togliere uno spento Rodriguez per il capocannoniere della squadra, Lambert, e proprio il trentenne inglese, al minuto cinquantotto, trova di testa il gol del 1-2 sfruttando un cross di Clyne. Il Chelsea va in leggera difficoltà, la manovra è lenta ed impacciata, ed i saints provano ad approfittarne alzando il baricentro e velocizzando le azioni di attacco. Al sessantottesimo ennesimo buco difensivo di Hoilved su lancio di Mata, ma Ba al volo non riesce ad indirizzare il pallone verso lo specchio della porta.

STAMFORD BRIDGE DI STUCCO al settantacinquesimo, quando Shaw scende velocissimo sulla fascia sinistra, crossa in mezzo dove il neo entrato Ramirez sfiora il pallone che arriva sul piede di Puncheon che tira al volo beffando Cech, siglando così un inaspettato pareggio. A dieci dal termine Benitez prova il tutto per tutto togliendo Lampard ed inserendo Torres, sbilanciano così la squadra in avanti, ma la trama della partita non cambia, con i saints che mettono in difficoltà le retrovie blues quando si portano nella loro trequarti campo. All’ottanteseiesimo azione tutta spagnola, Azpilicueta-Mata-Torres, ma quest’ultimo, in area di rigore, calcia male a lato della porta. Quattro minuti di recupero non cambiano il risultato, finisce 2-2.

SOUTHAMPTON CON MERITO conquista un punto d’oro in prospettiva salvezza, Atkins ha azzeccato in pieno i cambi, trasformando la squadra nella seconda parte di gara. Il Chelsea deve fare mea culpa, dopo un primo tempo in cui con il minimo sforzo ha segnato due reti, è letteralmente sparito dalla scena e dopo il 2-1 degli ospiti non ha saputo replicare, anzi è sembrato privo di idee e carattere subendo così il meritato 2-2.

Chelsea-Southampton 2-2
marcatori: Ba 25′, Hazard 45′, Lambert 58′, Puncheon 75′)

Chelsea: Cech, Azpilicueta, David Luiz, Cole,Cahill, Lampard (Torres, 80), Oscar, Ramires, Mata, Hazard, Ba.
Southampton: Boruc, Hooiveld, Yoshida, Shaw, Clyne, Cork, Schneiderlin, Do Prado (Ramírez, 74), Puncheon, Davis (Chaplow, 67), Rodriguez (Lambert, 55)

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.