L’intervista – TCE presenta… Cemalovic: “Dzeko? No, mi ispiro a Klose e Gilardino… il Colonia mi vuole, ma sogno Genoa e Sampdoria!

Dopo aver chiuso il 2012 presentandovi uno dei 1996 più forti in giro per il mondo – ci riferiamo a Boris Cmiljanic ( qui trovate la sua intervista) – oggi TuttoCalcioEstero pone la lente d’ingrandimento su un’attaccante dotato di un grande fiuto per il gol, le sette reti messe a segno in appena nove gare di campionato ne sono la prova. Mirza Cemalovic è un classe 1993 e rappresenta una delle migliori speranze calcistiche della Bosnia, nazione che negli ultimi anni sta crescendo moltissimo, come dimostra il primo posto nel girone di qualificazione per Brasile 2014. Attualmente Mirza milita nel Velez Mostar – squadra della sua città natale – e veste la maglia dell’Under 21 bosniaca, dopo aver mostrato tutto il suo talento nelle nazionali minori. Il sogno del giovane attaccante è quello di arrivare un giorno in serie A, vestendo magari una delle due maglie della città di Genova, da cui è rimasto abbagliato.

Benvenuto Mirza, ci racconti le tue caratteristiche e la tua giovane carriera ?
Sono un attaccante, che può essere schierato come prima o seconda punta, e rendo al massimo negli ultimi 16 metri, mentre fisicamente assomiglio a Klose e Gilardino, anche loro prediligono giocare in area di rigore. Fino ad oggi sono sempre stato al Velez, a parte una piccola esperienza in Portogallo,quando il Benfica mi prelevò dalle giovanili, sono rimasto però soltanto sei mesi in quanto la mia famiglia non poteva trasferirsi nella capitale portoghese, ed io senza di loro ho preferito tornare in Bosnia.

Rifaresti ancora questa scelta ?
Certo, ero troppo giovane per abbandonare la Bosnia e allontanarmi dai miei familiari.Ho sempre pensato e continuo a farlo, che posso arrivare al grande calcio anche se gioco in Bosnia, nella squadra della mia città, il Velez Mostar.

Le richieste non mancano, in Bosnia scrivono di molte offerte per acquisire il tuo cartellino
I giornali in Bosnia quando un calciatore è cercato all’estero sono molto contenti, e lo sottolineano spesso.In realtà l’unica squadra che mi ha cercato con insistenza – le altre per adesso hanno soltanto chiesto informazioni – è stato il Colonia ma dopo aver trovato l’accordo, il mio trasferimento è saltato per problemi fra le due società.

In quale campionato sogni di arrivare  ?
Il mio campionato preferito – e il più adatto alle mie qualità – è la Serie A.Fin da piccolo sognavo di giocare in Italia,ma il cammino è ancora molto lungo, devo dimostrare tutto il mio valore e sopratutto conconvincere gli esperti di calcio.

C’è una squadra in particolare dove vorresti giocare ?
Con questa risposta sorprenderò molte persone ( ride ), in Italia mi piacerebbe giocare in Sampdoria o Genoa, perchè sono rimasto colpito dalla città e mi piacerebbe poterci vivere.Ho inoltre visto varie partite di entrambe le squadre e mi è piaciuto molto il modo di concepire il calcio dei tifosi; sostengono i suoi calciatori fino all’ultimo minuto nonostante il risultato.Adoro dare il massimo per sostenitori che stanno vicini così alla loro squadra.

In Bosnia sei considerato uno dei migliori attaccanti per il futuro, gli esperti affermano che potresti arrivare al livello di Edin Dzeko ?
Beh seguo molto Edin, ma siamo due attaccanti completamente diversi.Lui è una prima punta dotata di un grande fisico che gli permette di giocare a tutto campo. Io invece sono più un calciatore da area di rigore.Forse assomiglio – nelle dovute proporzioni – ad Vedad Ibisevic attaccante dello Stoccarda. Vedad è anche il calciatore che seguo di piuùdella nazionale bosniaca.

In questa stagione sei stato fermo per un’infortunio, ma sei comunque andato in rete con continuità: quale obiettivo ti prefiggi?
Si nelle ultime due stagioni sono stato impiegato con regolarità e sono stato bravo a sfruttare le chance che mi sono stato offerte. Non mi fisso obiettivi, preferisco giocare e lottare duro fino al novantesimo. Il mio mestiere è quello di segnare ogni volta che ne ho l’opportunità, spero di continuare a giocare il più possibile.

Fuori dal rettangolo verde, Mirza quali hobby ha ?
Io vivo di calcio, quindi quando non mi alleno o gioco mi siedo sul divano e cerco in tv una partita da vedere di qualsiasi campionato. Nel mio tempo libero mi piace moltissimo ascoltare la musica di qualsiasi genere, e giocare con Play Station e pc. Prediligo naturalmente giochi di calcio.

Chi è il tuo idolo calcistico ?
Il mio calciatore preferito è senza dubbio Miroslav Klose, mi ispiro molto a lui quando scendo sul terreno di gioco.In passatoho seguito moltissimo Gilardino anche lui un calciatore da cui ho preso spunto. Nonostante abbia caratteristiche opposte alle mie non si può non amare, come calciatore, Ibrahimovic. Mentre a livello di nazionale – come ho già detto adoro Ibisevic.

Fra 5 anni Mirza dove si vede, magari in Serie A ?
Per il futuro spero nella Serie A, ma prima di tutto voglio un club che creda nelle mie capacità.Sono un calciatore
che da il 100% in campo ed ama legarsi alla piazza, seguendo anche la storia del team per cui scendo in campo.Se non sarà Italia, spero comunque di trovare un club che mi permetta di mostrare tutto il mio valore, io darò tutto per permettere a quella società di ottenere il massimo risultato possibile.

 

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.