Premier League, villans in caduta libera; gran rimonta dello Stoke, colpo Swansea

Tre sconfitte in sette giorni, zero gol fatti e quindici subiti: un crollo fragoroso quello dell’Aston Villa, Paul Lambert – a questo punto – è a serio rischio esonero. Oggi, contro il Wigan, al Villa Park è andato in scena l’ennesimo dramma sportivo dei villans, travolti 3-0 da una squadra che aveva conquistato un punto nelle ultime sei partite e che solo grazie a questa vittoria si tira fuori dalla zona retrocessione. Era presente anche il proprietario del club, Randy Lerner, il che rende ancora più problematica la situazione del manager scozzese che, comunque, ha obiettivamente poche colpe. Al 3′ apre Ivan Ramis, lasciato inspiegabilmente solo a centro area su azione di calcio d’angolo e libero di insaccare di testa; nella ripresa arrotondano Boyce, con un preciso diagonale dal limite dell’area, e il redivivo Koné. Il Villa Park si svuota già a 30 minuti dal fischio finale per lo spettacolo indecoroso dei propri “beniamini”. I villans, raggiunti proprio dal Wigan in classifica, hanno ora un punto in più sul Southampton terzultimo.

saints, privi ancora di Lallana, hanno sfiorato il colpaccio a Stoke-on-Trent: il Britannia Stadium resiste (17esimo risultato utile consecutivo in casa dello Stoke), ma deve ringraziare il gol nel finale di Cameron Jerome che sancisce il 3-3 finale. Al 45′, addirittura, il Southampton conduce 3-1: apre Rickie Lambert con una gran conclusione al volo su assist di Do Prado, poco dopo pareggia Jones con uno splendido colpo di tacco alla “Crespo”. I saints però perforano altre due volte una delle difese meno battute della Premier, prima con Jay Rodriguez al 24′ a porta vuota dopo la “autotraversa” di Shawcross, poi con l’incredibile autorete di Wilkinson. Nella ripresa succede di tutto: Do Prado spreca clamorosamente la palla del 4-1, solo a porta vuota, e sul capovolgimento di fronte Upson risolve una mischia furiosa siglando il 2-3. Al 71′ i padroni di casa restano in dieci per l’espulsione di N’Zonzi (brutto fallo a centrocampo) ma al 90′ agguantano il 3-3 grazie alla spettacolare conclusione dai 25 metri di Jerome. Partita dai cuori forti. Meno emozioni a Reading, dove i padroni di casa tornano alla vittoria (restano penultimi a -5 dalla salvezza) grazie allo striminzito 1-0 rifilato al West Ham: decide dopo 5 minuti Pogrebnyak, freddo davanti a Jaaskelainen. L’altra impresa del giorno porta la firma dello Swansea, capace di vincere al Craven Cottage senza Michu, capocannoniere (poi superato da Van Persie) della Premier League. Il Fulham è battuto 2-1: Graham e De Guzman, dopo un incredibile disimpegno della difesa avversaria, portano i gallesi sullo 0-2, inutile il gol sul punizione del rientrante Ruiz.

Manchester United-West Bromwich 2-0
Norwich-Manchester City 3-4
Sunderland-Tottenham 1-2

COPY CODE SNIPPET
About Alfonso Alfano 1737 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.