Newcastle-Manchester City 1-3, Mancini supera lo shock post-derby

Al St. James’ Park pranzo del sabato con Newcastle e Manchester City. Padroni di casa in cerca di tre punti per allontanarsi dalla zona retrocessione, City invece con ambizioni di alta classifica, bisognoso di punti per mettere pressione al Manchester United.
Padroni di casa in campo con il 4-5-1, Krul in porta, linea difensiva schierata con Simpson,Williamson, Coloccini e Santon, centrocampo folto con Tiotè, Anita, Perch e Gutierrez e Cisse leggermente avanti a loro dietro all’unica punta Ba. Mancini risponde con Zabaleta, Kolo Toure, Nastasic e Clichy a comporre la linea difensiva davanti ad Hart, Yaya Toure e Garcia davanti alla difesa, Silva, Aguero e Nasri compongono il trio avanzato dietro a Tevez.
Novanta secondi e il Newcastle va vicino al gol: cross che arriva dalla propria destra, Cisse gira verso la porta ma Hart in tuffo neutralizza. Al decimo minuto si sblocca il risultato, Yaya Toure pesca Nasri sul filo del fuorigioco (tenuto in gioco da Coloccini ), il francese mette il pallone in mezzo per l’accorrente Aguero che gonfia la rete per l’1-0. Il pallino del gioco è in mano agli uomini di Mancini che nei successivi dieci minuti creano altre due occasioni da rete, prima ancora con Nasri che mette un’invitante palla in mezzo per Tevez che però non arriva all’appuntamento quindi con Aguero che colpisce il palo a botta sicura. Al venticinquesimo i magpies si fanno vivi dalle parti di Hart, gran girata di Williamson ma il portiere inglese neutralizza. Al trentasettesimo Nasri è costretto ad uscire, al suo posto entra Kolarov ed un minuto dopo Silva pesca con un filtrante Tevez che calcia un diagonale verso Krul bravo a deviare di piede in angolo. Sugli sviluppi proprio di questo corner Garcia sigla il raddoppio di testa, grazie anche a Santon che sulla linea liscia il pallone goffamente facendolo depositare in rete. Tre i minuti di recupero concludono un primo tempo dominato da Tevez e company.

Nella ripresa i magpies partono fortissimo, prima Santon al quarantottesimo colpisce l’esterno della rete quindi un minuto più tardi Coloccini butta un pallone in mezzo a casaccio su cui si avventa Ba che di testa firma l’1-2. Ad un quarto d’ora dalla fine Pardew toglie Tiote per Marveuex, con il chiaro intento di sbilanciare la squadra in avanti per cercare il pari, ma due minuti dopo è Yaya Toure ad andare in gol: lunga azione sviluppata al limite dell’area, difesa di casa che si dimentica di Zabaleta che, servito da Silva, mette un rasoterra in mezzo all’area per l’ivoriano che deposita la palla in rete. Il Newcastle non demorde e cinque minuti dopo il solito Ba, da 30 metri, spara un bolide che si spegne poco sopra la traversa. Aguero ha la palla del definitivo k.o. a tre dal termine, ma il suo pallonetto su Krul in uscita, da azione di contropiede, si spegne sulla linea di fondo.
Il City mantiene l’imbattibilità esterna conquistando tre punti meritatamente, al termine di una gara dominata nel primo tempo e ben gestita nel secondo contenendo la furia dei magpies. Il Newcaslte, ancora una volta penalizzato da troppe amnesie difensive, rimane a due punti sopra la zona retrocessione con un calendario dinanzi a sé che non promette nulla di buono nell’immediato futuro.

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.