Europa League, il riepilogo della quarta giornata

Gruppo A

Uno splendido pallonetto di Lacina Traoré regala tre punti fondamentali all’Anzhi di Eto’o che batte il Liverpool. L’Udinese, manco a dirlo, perde clamorosamente in casa contro lo Young Boys (6 punti su 6 persi contro i deboli svizzeri): friulani meritatamente ultimi, il Liverpool può chiudere il discorso qualificazione tra tre settimane, in casa, contro gli elevetici.

Anzhi (7)-Liverpool (6) 1-0. 45′ Traoré
Udinese (4)-Young Boys (6) 2-3. 27′ Bobadilla, 47′ Di Natale (U), 65′ Farnerud, 73′ Ruzzolo, 83′ Fabbrini (U)

Gruppo B

L’Atletico, zeppo di riserve e con la qualificazione ad un passo, interrompe la striscia di 15 vittorie di fila a Coimbra, contro l’Academica: prima vittoria in Europa League per i portoghesi. Tutto semplice per il Viktoria Plzen in casa contro l’Hapoel Tel Aviv. Tra tre settimane l’Academica dovrà bissare in casa proprio contro i cechi per sperare ancora nella qualificazione.

Academica (4)-Atletico Madrid (9) 2-0. 28′ e 70′ (rig) Wilson Eduardo
Viktoria Plzen (9)-Hapoel Tel Aviv (1) 4-0. 23′ e 76′ Kolar, 40′ Stipek, 84′ Bakos

Gruppo C

Kuyt e Moussa Sow regalano tre punti fondamentali al Fenerbahçe. Ai turchi servirà un punto contro Marsiglia e Borussia Monchengladbach per ottenere la qualificazione: il 2-2 maturato in Francia (stupendo gol di Barton direttamente da calcio d’angolo) tiene infatti in corsa entrambe le formazioni.

Fenerbahçe (10)-Ael Limassol (1) 2-0. 11′ Kuyt, 44′ Sow
Marsiglia (5)-Borussia Monchengladbach (5) 2-2. 20′ Arango (B), 54′ Barton, 67′ Ayew, 90′ Arango (B)

Gruppo D

Il Newcastle (grandissimo gol di Anita) riesce a rimontare due gol in Belgio, sul campo del Club Brugge e ad ipotecare così il passaggio del turno. Bellion, ex Manchester United, regala al Bordeaux tre punti fondamentali: i girondini si giocheranno il passaggio del turno proprio contro la squadra principale della “Venezia del Nord”.

Bordeaux (7)-Maritimo (2) 1-0. 16′ Bellion
Club Brugge (4)-Newcastle (8) 2-2. 14′ Trickovski, 19′ Jorgensen, 42′ Anita (N), 43′ Ameobi (N)

Gruppo E

Colpo di coda dello Stoccarda che nel finale, a Copenaghen, conquista la prima vittoria in Europa e agguanta addirittura il secondo posto. Lo Steaua riesce a vincere in Norvegia ed è virtualmente qualificato.

Copenaghen (4)-Stoccarda (5) 0-2. 76′ Ibisevic, 90′ Harnik
Molde (3)-Steaua Bucarest (10) 1-2. 21′ Chipciu, 37′ Latovlevici, 56′ Chima (M)

Gruppo F

Strepitosa rimonta del Napoli sul Dnipro capolista, trascinato da un Cavani mostruoso (4 gol, uno bellissimo su punizione). Le buone notizie per gli azzurri non finiscono: l’Aik Solna batte il Psv a sorpresa (numero di Bangoura), replicando il pareggio conquistato in Olanda, e lancia il Napoli al secondo posto solitario.

Napoli (6)-Dnipro (9) 4-2. 7′ Cavani, 33′ Fedetsky, 52′ Zozulya, 77′, 80′ e 90′ Cavani
Aik Solna (4)-Psv Eindhoven (4) 1-0. 12′ Bangoura


Gruppo G

Il Genk, praticamente nel recupero, conquista un preziosissimo punto in Portogallo, gettando nel baratro lo Sporting e confermandosi – a sorpresa – al primo posto nel girone. Streller, a dieci minuti dal termine, tiene a alla il Basilea, adesso a un solo punto dagli ungheresi del Videoton.

Basilea (5)-Videoton (6) 1-0. 80′ Streller
Sporting Lisbona (2)-Genk (8) 1-1. 64′ Van Wolfswinkel, 90′ Plet (G)

Gruppo H

Inter e Rubin vincono a Belgrado e a Baku e conquistano la qualificazione matematica. Tra tre settimane, in Russia, si giocheranno il primo posto. Decima vittoria consecutiva in trasferta, tra campionato e coppa, per i ragazzi di Stramaccioni.

Neftchi Baku (1)-Rubin Kazan (10) 0-1. 16′ Dyadyun
Partizan Belgrado (1)-Inter (10) 1-3. 51′ e 75′ Palacio, 87′ Guarin, 90′ Tomic (P)

Gruppo I

Stupenda partita al San Mames, forse la più emozionante dell’intero torneo. Il Lione finisce per spuntarla, resta l’unica squadra a punteggio pieno e fa praticamente fuori i finalisti dello scorso anno, usciti dal campo tra i fischi del pubblico. L’Athletic non è ancora eliminato soltanto perchè lo Sparta Paraga non è riuscito ad andare oltre il pari in Israele.

Athletic Bilbao (1)-Lione (12) 2-3. 22′ Gomis, 45′ Gourcuff, 48′ Herrera (A), 55′ Aduriz (rig, A), 63′ Lacazette
Ironi Kiryat Shmona (2)-Sparta Praga (7) 1-1. 3′ Tasevski, 24′ Kweuke (S)

Gruppo J

La Lazio, imbottita di riserve, schianta il Panathinaikos e consolida il primo posto nel girone. Finalmente arriva anche la prima vittoria del Tottenham contro il Maribor: protagonisti, nemmeno a dirlo, Gareth Bale e soprattutto Defoe. Ai biancoazzurri basta una vittoria nelle ultime due gare per ottenere la qualificazione matematica.

Lazio (8)-Panathinaikos (2) 3-0. 23′ e 40′ Kozak, 59′ Floccari
Tottenham (6)-Maribor (4) 3-1. 22′ Defoe, 40′ Beric (M), 49′ e 77′ Defoe

Gruppo K

Bayer Leverkusen e Metalist Kharkiv non si lasciano sfuggire l’occasione e chiudono tra le mura amiche il discorso qualificazione: schiantate Rapid Vienna e Rosenborg.

Bayer Leverkusen (10)-Rapid Vienna (0) 3-0. 4′ Hegeler, 53′ Schurrle, 66′ Friedrich
Metalist Kharkiv (10)-Rosenborg (3) 3-1. 4′ Taison, 42′ Dockal (R), 70′ Xavier, 90′ Torres

Gruppo L

Il Levante coglie un prezioso punto sul campo difficilissimo del Twente e si porta a una sola vittoria da una clamorosa qualificazione. Matematica che arriva per l’Hannover che solo nel finale, e con un aiutino arbitrale, riesce ad aver ragione di uno stoico Helsingborg

Twente (3)-Levante (7) 0-0
Hannover (10)-Helsingborg (1) 3-2. 3′ e 50′ Diouf, 59′ Djurdjic (He), 67′ Bedoya (He), 90′ Huszti (rig)

COPY CODE SNIPPET
About Alfonso Alfano 1736 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.