Chelsea-Liverpool, sale l’attesa

I Blues contro i Reds. Nella settimana delle elezioni per la presidenza degli Usa, con gli Stati in quota Obama color rosso contro quelli attribuiti a Romney in tinta azzurra, fa un certo effetto. Chelsea- Liverpool si gioca però domenica, con lo scenario della Casa Bianca già chiaro, mentre nel mondo Premier la situazione è più incerta che mai. Il Chelsea per la prima volta insegue – lo United ha coronato il sorpasso nell’ultimo weekend -, mentre il Liverpool è inchiodato al 12˚ posto. Signori si nasce, diceva però il divino Totò, e allora aspettiamoci una grande gara dei Reds del nordirlandese Brendan Rodgers, ex Chelsea dei tempi di Mourinho, uno dei tanti allievi del maestro portoghese in giro per il mondo. Sarà la sfida n. 165. Nel bilancio dei 164 precedenti, il Liverpool è in netto vantaggio: 74 successi, contro 57 dei Blues e 33 pareggi. Il Chelsea non supera i Reds in casa dal 4 ottobre 2009: 2-0 per la squadra guidata, a quel tempo, da Carlo  Ancelotti. L’ultimo duello risale all’8 maggio scorso, 4-1 platonico per il Liverpool. I Blues appena 3 giorni prima, il 5 maggio, avevano vinto la gara che contava: 2-1 nella finale di Coppa d’Inghilterra a Wembley. Il Chelsea si è rinforzato, grazie a Hazard, Oscar, Moses, Marin, Azpilicueta. Il Liverpool ha avviato il ringiovanimento e, per ora, soffre. Ha un reparto di attaccanti ridotto all’osso dopo l’infortunio di Borini, ma Suarez, già 10 gol stagionali, è scatenato. «È il nostro Messi – dice Rodgers -. Ha colpi straordinari. Un fuoriclasse». Il Chelsea è solido in difesa, fortissimo a centrocampo e debole davanti: Torres da un pezzo non è più il Niño di una volta, mentre Moses e Sturridge sono semplici comprimari. Di Matteo ha trovato un antidoto ai limiti del suo attacco nelle giocate del trio Mata-Hazard-Oscar. Uno spagnolo, un belga e un brasiliano: sembra una barzelletta, invece è calcio d’applausi. Con una punta di eccellenza: Mata, 7 gol, miglior giocatore del Chelsea finora.


Il Chelsea deve vincere per tenere il passo dello United e rimettersi in marcia, dopo una sconfitta e un pari. Gli effetti delle 2 gare con la squadra di Ferguson si fanno ancora sentire. L’arbitro Clattenburg, sotto inchiesta per presunti insulti razzisti a Mikel, salterà anche il prossimo turno di Premier. E un tifoso dei BluesGavin Kirkham, 28 anni, beccato da telecamere e fotografi mentre faceva il gesto della scimmia per offendere Welbeck, è stato arrestato lunedì. Chelsea-Liverpool è anche la partita di Di Matteo. Alle prime difficoltà, si è materializzata di nuovo l’ombra di Guardiola. Secondo il Daily Mail, l’allenatore catalano vorrebbe guidare il Chelsea di Mata, Hazard e Oscar. Ora, però, se li gode Di Matteo.

Fonte: ExtraTime, Gazzetta dello Sport

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.