Caso Clattenburg: l’arbitro indagato per frasi razziste resta ancora senza partite

Periodo davvero buio per Mark Clattenburg, già alle prese con l’inchiesta condotta dalla Football Association in merito a presunti insulti razzisti nei confronti di Obi Mikel durante Chelsea-Manchester, il fischietto rimarrà lontano dai campi della Premier League per la seconda settimana consecutiva. La decisione è stata presa dal PGMOL (Professional Game Match Officials Board) per evitare che le polemiche possano distrarre l’arbitro dalla direzione di gara.


Mike Riley, numero uno delle giacchette nere inglesi, ha commentato questa scelta: “Il Pgmol era pronto ad assegnare partite a Mark (Clattenburg, ndr) partite questo weekend. Comunque, dopo aver discusso con lui, abbiamo capito entrambi che è nel suo interesse evitare di arbitrare per aiutare al meglio la FA e la polizia nelle proprie indagini”.

COPY CODE SNIPPET
About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.