Manchester United-Arsenal, le pagelle

Manchester United

De Gea sv: Inoperoso. L’unica conclusione ospite, di Giroud, sbatte sul palo. Il gol di Cazorla, belissimo, quasi non fa testo.
Rafael 6.5: Reduce dai 120 minuti di coppa contro il Chelsea, dà l’ennesima dimostrazione di vivere un gran momento. Stantuffo inesauribile nel primo tempo, contiene le sue discese nella ripresa.
Ferdinand 6. Un paio di svarioni non macchiano una prestazione nel complesso sufficiente
Evans 7. Il palo di Giroud è conseguenza dell’unica sua distrazione; ma ha annullato il centravanti francese. Prestazione maiuscola
Evra 7. Ramsey annullato, col passare dei minuti prende fiducia anche in fase offensiva, prima di trovare il secondo gol della stagione che ammazza la partita.
Cleverley 6.5. Un mastino. Ferguson è costretto a toglierlo a metà ripresa per evitargli il secondo giallo, ma il ragazzo cresce partita dopo partita. E’, probabilmente, il mediano che per anni è mancato allo United.
Carrick 7. Ordinato, puntuale, preciso. In fase difensiva è praticamente insuperabile, vince il duello con Arteta. Tra i migliori in campo
Valencia 6.5. Parte alla grande, poi pian piano si spegne anche per merito di Andre Santos. Pesa il clamoroso gol mancato ad inizio ripresa
Rooney 6. L’impegno, come sempre, non manca. Ma giocare da mediano, quando sei un fuoriclasse, può pesare. Qualche buon suggerimento per Van Persie, ma il rigore sbagliato – l’ennesimo –  rischia di costare caro ai suoi.
Young 5.5. Il meno in palla dei suoi; fatica a ritrovare la forma dopo il mese passato in infermeria, ma la sola sua presenza tiene a bada Sagna.
Van Persie 7.5. Migliore in campo, non solo per il gol – emotivamente dal valore indescrivibile. Lotta, partecipa alla costruzione del gioco, trascina i compagni, autore di giocate deliziose. Sfiora più volte la doppietta: sarebbe stata meritatissima.
Anderson 6. Entra al posto di Cleverley, quasi controvoglia. Trova il tempo di farsi ammonire, ma con lui il centrocampo non perde in intensità.
Nani sv. In otto minuti riesce a far ugualmente infuriare Ferguson.

Arsenal

Mannone 7. Non ha colpe sui gol (forse un pizzico di reattività sulla conclusione di Van Persie è mancata), ma due eccezionali parate su Rooney e Van Persie gli valgono il voto alto.
Sagna 6. Manca clamorosamente in fase offensiva, ma è diligente in difesa. Senza infamia né lode.
Mertesacker 5.5. La prestazione sarebbe stata sufficiente, se solo non avesse bucato sul cross di Rooney tramutato in rete dal colpo di testa di Evra.
Vermaelen 4.5. Svarioni incomprensibili per un centrale del suo livello: regala il vantaggio a Van Persie, si addormenta anche a inizio ripresa ma è graziato da Valencia. Capitano dei gunners, è quasi umiliato dal suo ex capitano.
Andre Santos 6. Meglio nella ripresa, riesce a creare qualche grattacapo alla catena di destra dello United. Manca però di qualità al momento decisivo.
Wilshere 4. Dopo 14 mesi di inattività, seconda partita consecutiva da titolare in Premier, forse troppo. In difficoltà evidente sin dai primi minuti, incomprensibile la scelta di Wenger di tenerlo così tanto in campo. L’espulsione non veniva nemmeno più quotata dai bookmakers.
Arteta 5.5. Carrick e Cleverley oggi erano insuperabili, lui non ha avuto una spalla degna in Wilshere e, dopo aver lottato, non può evitare il crollo. In ogni modo, tra i più positivi.
Ramsey 5.5. Di certo il più vivace dei 4 davanti. Wenger, ovviamente, decide di toglierlo a inizio ripresa.
Cazorla 5. Diciamolo, è la vera delusione della partita. Completamente estraneo alla manovra, lo splendido gol in pieno recupero non gli evita la prima, clamorosa, insufficienza della stagione.
Podolski 4. Tocca pochi palloni, riesce a sbagliarli tutti. Un calvario.
Giroud 5. Un palo, dopo uno splendido movimento in area di rigore, nulla più. E’ annullato da Evans. Evans non è Gentile dei Mondiali dell’82.
Walcott 5. Quasi nessuno si accorge del suo ingresso in campo.
Arshavin sv. Attende con ansia il ritorno in Russia.

 

COPY CODE SNIPPET
About Alfonso Alfano 1738 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.