Un giovane Messi svela il suo idolo. IL VIDEO

2002, Lionel Messi è alla Masia da poco più di due anni. Classe ’87, a quindici anni mostra già lampi di un talento che in pochi anni esploderà in modo fragoroso. E, come tutti i ragazzini, anche Leo ha il suo idolo. Gioca in Spagna, qualche chilometro più a sud di Barcellona – a Valencia – ed è anch’egli argentino. Si tratta del “payaso” Aimar, trequartista di gran talento che illuminerà il Mestalla fino al 2006, prima di cominciare la fase discendente della sua carriera proseguita prima a Saragozza e, fino ad oggi, al Benfica. Il giovanissimo Messi, che a inizio carriera agiva da trequartista puro, rivela il suo debole calcistico: “Sì, ogni calciatore è diverso da un altro. Ma io mi rivedo molto in Aimar, anche per la posizione in campo. Ha una velocità di esecuzione incredibile, sa già cosa fare prima ancora che riceva il pallone”. Aimar, qualche mese dopo, ricambia l’affetto di Messi e rivela: “Ci sono un sacco di giovani talenti, ma tra tutti lui è l’unico a possedere qualcosa di speciale…”

COPY CODE SNIPPET
About Alfonso Alfano 1736 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.