Ferguson contro Aguero: “Stranieri simulatori” ma su Nani il parere è diverso…

Non è un periodo semplice per gli stranieri in Premier League, lo pensa Sergio Aguero a proposito degli errori arbitrali nella gara tra Manchester City e Fulham: “Ci sono sempre errori e in quel caso è stata presa una decisione sbagliata – le parole del Kun – E’ più dura per gli stranieri che per i calciatori inglesi? Sì, sempre, ma succede dovunque. I calciatori locali sono sempre un po’ più tutelati ma è normale. Forse gli arbitri sono un po’ più sospettosi sui giocatori stranieri ma spero di no. Qui in Inghilterra ci sono quasi tanti stranieri quanto inglesi e non sarebbe giusto concedere ad alcuni dei privilegi e ad altri no”.

Dura la replica di Sir Alex Ferguson, uno che non le manda a dire: “Non vale nemmeno la pena approfondire la questione perché è già da alcuni anni che ci sono tanti giocatori che si tuffano e bisogna riconoscere che sono soprattutto gli stranieri”. La Gran Bretagna si riscopre autarchica, è caccia allo straniero dunque? No, dipende dalla maglia: “Nani non è un giocatore che si tuffa, non lo è mai stato – dice il tecnico dei Red Devils a proposito del contatto tra Nani e Vertonghen nell’area del Tottenham –  Era rigore ma alle volte te lo danno e altre no. Da dove era l’arbitro non era facile vedere, ma il guardalinee avrebbe potuto aiutarlo”.

COPY CODE SNIPPET
About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.